Alba saluta Marco Brovia, cuore dell’Associazione La Carovana

0
2308

“Qualcuno mi ha detto: “Chi tiene entrambi i piedi per terra sta fermo” … Io li ho sempre tenuti tutti e due sollevati ed è forse per questo che ho imparato a volare”.Si presentava così, sul suo sito internet Marco Brovia, ragazzo molto conosciuto ad Alba grazie alle sue molteplici attività in campo artistico e alla sua innata voglia di vivere, spentosi oggi a 41 anni (ne avrebbe compiuti 42 il prossimo 26 luglio) nella sua abitazione della Moretta, sconfitto da un male incurabile.

Nato con una grave disabilità, Marco ha saputo andare oltre i limiti che il suo fisico gli imponevano, dimostrandosi sin dall’infanzia estremamente desideroso di mettersi in gioco, attraverso lo sport, la musica, lo studio e il coinvolgimento in associazioni cittadine, la più celebre delle quali, La Carovana, lo ha visto cuore pulsante e linfa inesauribile in tutti questi anni insieme alla mamma Renata e al papà Gian.

Anni nei quali Marco ha continuato a cercare modi nuovi e stimolanti di espressione, arrivando nel 2003 a curare la regia del musical “Lettera a Dio” liberamente tratto dalla “Buona Novella” di Fabrizio De Andrè con l’orchestra della Carovana diretta da Walter Binello. La passione per il teatro lo ha poi visto coinvolto nella Compagnia Teatrale “Gli Instabili” di cui è anche stato Presidente. Dalla scrittura, altra grande passione di Marco, è nato nel 2004 il libro di poesie “il peso delle Parole” realizzato in collaborazione con Enzo Massa, mentre dalla collaborazione con la musicista Simona Colonna è nato l’album “Angelo 10 e lode”. “Tra le righe: monologhi dialogati” è stata la sua ultima fatica letteraria, presentata solo qualche giorno fa e da considerare oggi come una sorta di testamento spirituale.

“Marco Brovia è semplicemente stato il nucleo attorno al quale s’è sviluppata, dalla sua nascita oltre 30 anni fa, l’Associazione La Carovana, che opera nel settore del tempo libero per ragazzi disabili – il ricordo di Filippo Cervella, vice presidente dell’Associazione albese – E’ una grossa perdita per tutti noi, in particolare per i molti volontari, suoi coetanei, che sono cresciuti con lui dall’adolescenza fino ad oggi: in tanti ci siamo conosciuti, ci siamo sposati, abbiamo formato delle famiglie, abbiamo creato delle amicizie all’interno della Carovana e tutto questo è stato principalmente grazie a Marco Brovia e a Gian e Renata, suoi formidabili genitori. Gli insegnamenti che ci ha regalato il condividere questo lungo tratto di vita insieme sono un tesoro che custodiamo gelosamente e che porteremo avanti, sia nella Carovana che nelle nostre vite di tutti i giorni”.

Le esequie saranno celebrate domani, sabato 13 luglio alle ore 17 presso la Chiesa di Santa Margherita ad Alba.

Alla famiglia Brovia le condoglianze da parte della Redazione di Ideawebtv.it