CasaPound in Comune a Cuneo: le associazioni antifasciste convocano un’assemblea

I fatti si riferiscono alle presentazione del programma elettorale avvenuta lo scorso 9 maggio. RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO

0
285

I cuneesi lo sanno bene: il 9 maggio scorso, mentre tutti gli antifascisti festeggiavano la cacciata dello stand di Altaforte dal Salone del Libro di Torino, il partito di quella casa editrice è entrato nella Sala Preconsiliare del Comune di Cuneo. Come se fosse normale passare davanti all’epigrafe di Calamandrei per andare a presentare il programma di un’organizzazione neofascista.

Nei giorni scorsi, il disagio provato davanti alla presenza di quella bandiera in quella sala ha trovato voce sui social media, con una lettera che ha raccolto quasi duecento adesioni.

Nel marzo 2017, alla vigilia delle ultime elezioni comunali, le associazioni, gli istituti scientifici e culturali e le diverse realtà dell’antifascismo cuneese – qui sottoscritti – si sono uniti per lanciare un appello a tutti i candidati, chiedendo loro, una volta insediati, di impegnarsi in senso antifascista. Crediamo che il regolamento da poco approvato in Consiglio comunale, che limita l’accesso agli spazi pubblici a chi firma una dichiarazione di antifascismo, vada in questa direzione.

Nell’idea, poi, che l’antifascismo non possa essere interamente rimesso alle istituzioni, ma debba agitarsi nella società civile, riteniamo che alla mobilitazione virtuale sia necessario dare concretezza, nella pluralità dei nostri diversi approcci, con i nostri corpi e la nostra storia: convochiamo quindi un’assemblea pubblica il 28 maggio alle 21:00 nella sala polivalente del CDT, in Largo Barale 1.

Anpi

Associazione Ora e Sempre
Associazione Partigiana Ignazio Vian
Centro Culturale Don Aldo Benevelli
Campeggio Resistente
Fondazione Nuto Revelli
Istituto Storico della Resistenza Dante Livio Bianco
Mai Tardi Associazione Amici di Nuto