“In Piazza con il Chiampa”, centrosinistra in festa ad Alba (VIDEO)

0
320

Una piazza pienissima sta applaudendo con emozione e grande calore agli interventi di Maurizio Marello, Ivana Borsotto, Mercedes Bresso e Olindo Cervella.

“Chi governa deve rispondere delle proprie azioni, deve rendere conto ai cittadini”. Ha esordito così Sergio Chiamparino ieri sera, davanti ad una Piazza Duomo partecipe ed attenta (si stimano oltre 500 persone intervenute) in occasione dell’evento “In piazza con il Chiampa”, uno dei momenti clou della campagna elettorale del centrosinistra. Sul palco con Sergio Chiamparino, Maurizio Marello e Olindo Cervella, i tre candidati che il centrosinistra albese sostiene rispettivamente come Presidente della Regione Piemonte, come Consigliere Regionale e come Sindaco di Alba, oltre alla candidata del PD alle Europee Ivana Borsotto e l’eurodeputato Pd e vicepresidente del gruppo dei Socialisti e Democratici Mercedes Bresso.
“Noi siamo pronti a farlo. Siamo sereni nel farlo. Oggi noi paghiamo i mutui che servono a pagare i disavanzi fatti da altre amministrazioni, avevamo la sanità sull’orlo del commissariamento. I primi investimenti che abbiamo potuto attivare sono stati destinati all’ospedale di Verduno, la cui costruzione oggi è finita. Io sono abituato a inaugurare le opere solo quando sono attive, quindi ora nessuna inaugurazione ma la fierezza di aver portato a termine l’opera” ha proseguito Sergio Chiamparino.

Decisamente pungente l’intervento di Maurizio Marello che per l’occasione ha fatto gli onori di casa “Dobbiamo ricordarci in che stato era la Regione cinque anni fa – ha affermato il sindaco uscente di Alba nonchè candidato in Regione – Anche Sergio Chiamparino non ha preso la Regione in uno stato idilliaco, l’ha presa che era fortemente indebitata, con la Sanità commissariata, in una condizione al limite del fallimento. E lui insieme alla sua squadra ha saputo restituire credibilità a questo ente, e ha saputo rimettere in moto la stessa regione, ma per una regione molto semplice: perchè è una persona che nella vita ha fatto l’amministratore, ha governato Torino, ha portato a Torino le Olimpiadi, ha trasformato la nostra capitale del Piemonte. Noi abbiamo bisogno di persone serie per le Istituzioni, non di chi continua a dire che ridurrà le tasse e che con lui al governo diventerà il paese del bengodi. In realtà chi dice questo faceva parte di quella squadra che anni fa aveva portato la Regione a quello stato disastroso”.

Il candidato sindaco del centrosinistra Olindo Cervella, dopo aver presentato la squadra di persone che lo sostengono nella corsa alla poltrona di primo cittadino di Alba e aver ricordato i suoi interventi nel risanare enti in condizioni critiche, tutti realizzati a titolo gratuito così come sarà l’eventuale carica di sindaco, ha affermato che ” ..non sono un politico, sono un amministratore. Io credo che il ruolo che deve avere il sindaco di una città abbia una forte componente rivolta alla capacità amministrativa, che deve prevalere sugli aspetti politici. Diversamente si entra in un contesto regionale o nazionale. Chiedo a tutti gli elettori di valutare le varie opzioni che hanno, di tenere conto al momento di dare la preferenza della capacità amministrativa del candidato, della correttezza, della lealtà, della capacità di essere coerenti a quei valori di pari opportunità e di solidarietà che possono fare la differenza al momento del voto”.

Alcuni momenti dell’evento nel Video di Ideawebtv.it