Centallo: presentati i candidati del Popolo della Famiglia alle Elezioni Regionali 2019

0
153

La Sala della Mappa della Biblioteca di Centallo ha ospitato sabato 1 dicembre il 3° incontro di formazione politica del Popolo della Famiglia del cuneese, in occasione della presentazione del libro “Le radici verso l’alto”, un testo nato da un confronto tra Mirko De Carli, dirigente nazionale del Popolo della Famiglia, e Massimiliano Fiorin, avvocato e saggista, che delinea la storia e le prospettive del nuovo movimento che si è presentato alle elezioni politiche del 2018, proponendosi di restituire rappresentanza autonoma ed unitaria ai cattolici italiani ed a tutti coloro che credono nella necessità di rilanciare l’ispirazione cristiana nella vita politica.

Radici verso l’alto – scrive nella prefazione il Presidente del Popolo della Famiglia, Mario Adinolfi – racconta una storia che sta ancora nelle pagine anguste della cronaca, iniziata pochi anni fa, ma certamente tra molti anni gli storici professionisti che vorranno rintracciare le origini del Popolo della Famiglia dovranno rivolgersi a questo libro intervista.

Mirko De Carli ha attraversato tutta la fase preparatoria della nascita del PdF, coordinando prima i circoli VLM (Voglio la mamma) e poi quelli nati spontaneamente dopo la fondazione del quotidiano La Croce, di cui rimane proprio con Massimiliano Fiorin anche attualmente tra le firme maggiormente apprezzate dai lettori. Si tratta di un libro che vale la pena leggere, cosa non sempre necessaria quando a scrivere sono i politici”.

L’incontro, introdotto dal vice Sindaco di Centallo Antonio Panero e moderato da Mario Campanella, è stato anche l’occasione per presentare alla provincia di Cuneo il prof. Valter Boero, Candidato Presidente per il Popolo della Famiglia alle elezioni regionali del Piemonte nel 2019, e tutti i componenti della lista provinciale che lo appoggeranno: oltre a Panero e Campanella, Etta Giacosa, Antonia Bassignana e Guglielmo Giordano.

Saranno loro che, unitamente a tutti i simpatizzanti del partito, si impegneranno nei prossimi mesi nella raccolta firme per le elezioni regionali ed europee e soprattutto per la sottoscrizione di una proposta di legge di iniziativa popolare sul Reddito di Maternità: la modalità concreta attraverso la quale il Popolo della Famiglia intende far fronte alla sempre più preoccupante diminuzione delle nascite in Italia.

Un aiuto concreto (96.000 Euro in otto anni a tutte le mamme cittadine italiane che decideranno di dedicarsi esclusivamente alla cura dei loro figli) che offre alle donne un nuovo strumento di libertà ed alla società italiana una prospettiva di maggiore speranza nel futuro.

c.s.