“Heathers” ha “spellato” le mani del gremito “Politeama” di Bra (VIDEO e FOTO)

Il rock musical che dice no al bullismo, all'omofobia e all'adolescenza a rischio. Un “High School Edition” nella sua versione italiana. Grande performance per Luca Virone, braidese d'adozione

0
1180
Luca Virone, a sinistra, in scena con "Veronica Sawyer" e "Jason Dean JD", sul palco del "Politeama" (foto Danilo Lusso - Ideawebtv.it)

“Sarcastico! Spiazzante! Commovente!”, proprio come descritto nel volantino distribuito in teatro.

Ieri mattina, nel “sold-out” Politeama “Boglione” di piazza Carlo Alberto a Bra, sul palco ha “catturato” occhi e cuori il rock musical che dice no al bullismo, all’omofobia e all’adolescenza a rischio: “Heathers”, “High School Edition” nella sua versione italiana.

Portato in scena da “Professione Spettacolo” e “Accademia Platafisica”, per concessione di Samuel French Inc. – New York, musiche e libretto di Kevin Murphy-Lawrence O’Keefe, basato sulla pellicola di Daniel Waters del 1989 “Heathers-Schegge di Follia”, con Winona Ryder e Christian Slater, in esclusiva europea. Una “Black Comedy” aspra, brillante, irriverente ed emozionante, perchè “l’amore è Dio”.

Adattamento italiano: Maria Laura Platania, Brunella Platania, Marcello Sindici, Michelangelo Nari;
Direzione Musicale: Rosy Messina, Sergio Colicchio;
Coreografie: Marcello Sindici;
Regia Associata: Brunella Platania, Marcello Sindici.

Prima dello show, sul palco sono intervenuti Marcello Sindici: “Uno spettacolo ispirato al film del 1989 e solo noi abbiamo la concessione esclusiva per l’Italia. Abbiamo fatto un grande lavoro, un musical divertente e coinvolgente, con alcune scene forti. Viene fuori che la persona più frustata è proprio il bullo e lo dobbiamo dire ad alta voce. Il bullismo non serve a niente e a nessuno“; Massimo Borrelli, vice-sindaco di Bra: “A nome dell’Amministrazione comunale ringrazio Luca Virone che ci ha proposto questo spettacolo, ringraziandolo per il lavoro che ha fatto in questi mesi, di visibilità e promozione. L’ospitalità per questa compagnia era doverosa, da parte nostra. Attraverso il musical, è fondamentale fare arrivare ai ragazzi dei messaggi positivi“. Sul palcoscenico, anche, l’assessore braidese alla Cultura Fabio Bailo e Marina Isu, consigliere comunale. Ad applaudire gli attori, oltre alla cittadinanza, tantissime classi tra Scuola Media e Scuole Superiori, cittadine, accompagnate dai rispettivi insegnanti.

Questo lo spettacolo: “Veronica Sawyer frequenta “Westerburg High”, un liceo nell’Ohio in cui predominano astio e continua competizione tra i vari gruppi di studenti. Solo le cosiddette “Heathers” sembrano astenersi da questi conflitti, poiché considerate dalla maggioranza come superiori esseri perfetti. Heather Chandler, a capo del gruppo, sfrutta l’amicizia delle altre due per i propri interessi tanto da essere definita da loro stesse “squalo”; Heather McNamara e Heather Duke compongono il resto del trio. Veronica nel tentativo di scampare all’odio quotidiano diventa parte delle Heathers, rinunciando però a tutte le amicizie instaurate in precedenza.

Al contrario delle altre due ragazze che si fanno sottomettere senza controbattere, Veronica si ribella al cinismo di Heather Chandler, la quale si diletta ad organizzare scherzi “pesanti” verso i compagni, facendo recapitare falsi messaggi d’amore scritti dalla stessa Veronica, molto abile nella falsificazione delle calligrafie altrui. La vita prosegue normalmente alla “Westerburg High” fino all’arrivo di Jason Dean, un nuovo studente, soprannominato JD, figlio di un impresario edile tanto ricco quanto spietato. Veronica è attratta dal fascino poetico e dall’animo temprato del ragazzo ed i due si innamorano in breve tempo. JD vorrebbe eliminare tutti i compagni più ammirati e disonesti, coinvolgendo anche Veronica nella sua operazione di sterminio.

La sua ribellione contro le regole non scritte della vita scolastica sconfina dunque nella psicosi. La prima a fare tragicamente le spese della sua mania omicida sarà proprio Heather Chandler. L’eliminazione della studentessa, e in seguito di altri suoi compagni “privilegiati” porterà ad un confronto finale tra Veronica e JD e in seguito alla rottura tra i due. Con il cuore spezzato dal tradimento della ragazza JD costruisce una bomba per far saltare in aria la scuola durante il ballo studentesco, tuttavia viene fermato da Veronica e decide quindi di farsi esplodere da solo lasciando gli altri studenti illesi. Lo spettacolo si conclude con un “lieto fine” in cui Veronica esorta tutti a fare un passo indietro e a tornare per un momento alla purezza di quando erano bambini“.

In scena e con una performance strabiliante, anche, il braidese d’adozione Luca Virone, che si è esibito nei personaggi di Bill Sweeney, Big Bud Dean e coach Ripper.

Prossimi appuntamenti, per il musical, a Napoli, Latina, Milano e Predappio.
“Heathers” ha lasciato a bocca aperta, ha “spellato” le mani per gli applausi, ha lasciato il segno nel pubblico, perchè la recitazione e la musica sono un’ottima ricetta per affrontare temi forti, problemi e, soprattutto, debellarli.