Terrorista dell’Isis arrestato a Milano: era stato a Cuneo per quasi due mesi (GUARDA IL VIDEO)

L'egiziano si era trasferito per lavoro in città, dove era stato per quasi due mesi, monitorato dagli uomini della Digos

0
1118

E’ vissuto a Cuneo per quasi due mesi il terrorista dell’Isis arrestato a Milano all’alba di questa mattina, mercoledì 21 novembre. Issam Elsayed Abouelamayem Shalabi, egiziano di 22 anni, si definiva un “lupo solitario”, faceva propaganda ed era pronto a combattere, anche con attentati, per l’Isis.

La Polizia, attraverso lunghe indagini, ha accertato la sua pericolosità ed è intervenuta con un blitz nell’abitazione di Milano dove viveva. In Lombardia il giovane ci è arrivato da Cuneo, dove si è fermato dal 20 giugno fino ai primi giorni di agosto. Proveniva da Teramo, lavorava per un’impresa di pulizie. L’azienda lo ha trasferito nel capoluogo della Granda, dove viveva in un in un appartamento in frazione Borgo San Giuseppe messo a disposizione dalla stessa ditta, che condivideva con altri connazionali.

L’egiziano era già monitorato a Teramo, quando è arrivato a Cuneo il suo caso è stato preso in consegna dagli uomini della Digos, guidata da Walter De Meo. Gli agenti hanno attivato una serie di servizi che hanno impegnato una ventina di uomini (c’è stato anche il supporto di colleghi di Roma): attraverso pedinamenti e attività tecniche, gli agenti hanno scoperto un vero e proprio “lupo solitario”.

Il giovane si divideva tra lavoro e casa, non aveva amici e passava il tempo libero sul web, visitando siti che inneggiano all’Isis, guardando filmati propagandistici e tenendo contatti. Pochissime le trasgressioni a questa routine: una volta è andato al centro islamico di Cuneo per pregare, in un’altra occasione ha messo in allarme gli agenti che lo pedinavano recandosi di gran fretta in stazione, ma facendo poi ritorno a casa.

Alcuni giorni prima di Ferragosto la partenza in treno per Milano, dove è andato a svolgere un nuovo lavoro da operaio. Là aveva dei parenti, là è stato arrestato questa mattina con l’accusa di associazione con finalità di terrorismo internazionale e istigazione e apologia di terrorismo.

Ecco il video dell’operazione diffuso dalla Polizia di Stato: