Mondovì: la stagione concertistica 2018-19 “addomestica” tutta la popolazione

Presentata la Stagione Concertistica 2018-19. Appuntamento Sabato 10 novembre alle ore 21 presso la Sala Ghislieri per la consegna del Premio Internazionale Opera

0
759

«Addomesticare significa creare dei legami», così spiegava la volpe al Piccolo Principe di Antoine de Saint-Exupéry ed è con questo spirito che nella mattinata di oggi è stata ufficialmente presentata la Stagione concertistica 2018-2019 della Città di Mondovì: grandi nomi della musica e molte novità accompagneranno i monregalesi attraverso i mesi invernali in attesa dell’estate.

Questo evento è ragione di orgoglio per la città, come ha ricordato il vicesindaco, Luca Olivieri: «Questo è un progetto in cui crediamo molto, grandi nomi si affacceranno e collaboreranno con noi. Sono previsti 11 appuntamenti tra novembre e giugno, distribuiti in molti luoghi simbolo della città».

Maurizio Fornero dell’ Academia Montis Regalis ha raccontato con orgoglio ed emozione tutti gli appuntamenti della stagione concertistica 2018-2019. Sabato 10 novembre si terrà la cerimonia del “Premio Internazionale Opera” con il soprano Francesca Benitez e Simone Savina al pianoforte.

«L’Academia Montis Regalis è in fase di trasformazione in tutti i sensi, ci saranno dei cambiamenti che rilanceranno la scuola e sarà un beneficio anche per la città di Mondovì. L’obiettivo è di diventare di respiro sempre più internazionale», ha dichiarato Fornero. Il fil rouge della stagione saranno la musica classica e barocca, ma la grande novità dell’organizzazione riguarda i concerti Off: eventi pensati per coinvolgere al 100% la popolazione attraverso spettacoli e musica di carattere nazional popolare. All’interno degli eventi “Off”, oltre al concerto di Natale, verrà proposto anche lo spettacolo “Paper flights”: uno spettacolo musicale a cappella, liberamente ispirato all’opera “Il piccolo Principe”.

Il musicologo Dino Bosco ha sottolineato la grande varietà che offre questa stagione: «Abbiamo proposto molti eventi, da quelli più classici fino a quelli più popolari, dislocati in diverse sedi e abbiamo pensato anche a diverse formule per l’acquisto dei biglietti; tutto questo senza rinunciare alla qualità». 

Sarà inoltre presente Gegé Telesforo, jazzista noto al grande pubblico, che ci aiuterà a scoprire il mondo italiano del jazz e non solo. Questi concerti hanno l’obiettivo di promuovere l’incontro con la musica dell’800 e del ‘900 per far comprendere, anche ai giovani, che la lirica e la musica classica non sono solo un “passatempo per le vecchie generazioni”, ma possono essere un’ottima occasione per emozionarsi e comprendere meglio anche la musica attuale.

Le location dei concerti saranno diverse: la Sala Ghislieri, la chiesa della Missione, il teatro Baretti e il Museo della Ceramica, che sostituirà l’ex chiesa Santo Stefano al momento inagibile. In occasione del concerto del 1 dicembre, “Riflessi”, verrà proposto un interessante connubio tra musica ed arte: infatti l’esibizione del violino solo, eseguita da Francesco D’Orazio, avverrà in presenza di un quadro di Kandinskij.

Programma della Stagione concertistica 2018-2019

 

Formula biglietti
10€ intero
7€ ridotto
5€ concerti OFF
E stata pensata una formula di abbonamento “mini”: 5 concerti a 30€ con 5 eventi a scelta.

Ai nostri microfono l’invito per i giovani di Maurizio Fornero e Dino Bosco.