La Fucina delle Arti, nuovo circolo culturale a Mango | Per il primo incontro, presentazione del libro di Piero Barale, “L’età della pietra verde”, venerdì 15 giugno alle ore 21.00

0
186

La Fucina delle Arti, sta prendendo forma e sostanza, nata a Mango qualche settimana fa.

Si tratta di un nuovo circolo culturale, nato dall’iniziativa di un gruppo di artisti e simpatizzanti, che hanno voluto creare uno spazio di confronto e di scambio libero a tutti e aperto a tutte le forme di arte e cultura in genere.

La Fucina si è dotata di un consiglio direttivo, così composto: Tore Milano presidente, Loredana Zucca vice presidente, Antonella Tavella segretaria, Ginetto Bovo tesoriere.

I consiglieri sono: Gabriella Fogliati, Luca Galvagno, Beppe Gallo, Donato Bosca, Giovanna Zanirato, Angioletta De Giorgis, Simona Colonna.

La sede della Fucina, locale suggestivo che è anche una esposizione permanente di opere degli artisti aderenti, sarà aperta tutti i sabati e le domeniche dalle 14,30 alle 18,30.

Saranno proposti periodicamente degli eventi, quali presentazioni di libri, concerti, corsi di pittura.

Il primo incontro sarà quello con la presentazione del libro di Piero Barale, “L’età della pietra verde”, che si terrà venerdì 15 giugno alle ore 21.
Il libro è dedicato a chi è desideroso di intraprendere un viaggio spazio-temporale fra i popoli neolitici del Piemonte sud-occidentale. Un racconto, ma nel contempo un diario attraverso il quale si è cercato di descrivere le esperienze, le conquiste e le emozioni di queste antiche genti che noi “genericamente” consideriamo dell’Età della Pietra.
Pagine, che attraverso svariate immagini, vogliono condurre l’appassionato di archeologia, i giovani studenti, ma anche il lettore curioso, sulle tracce delle culture neolitiche fino agli esordi del primo metallo.
Un modus vivendi del tutto nuovo; una serie di rivoluzioni tecnologiche formidabili, prime fra tutte la produzione ceramica e la creazione di svariati oggetti in Pietra Verde.

L’autore Piero Barale, nato a Fossano, è appassionato studioso di preistoria, protostoria e arte rupestre e si occupa di Archeoastronomia dal 1990 e collabora a diverse riviste con contributi di carattere scientifico e divulgativo.

L’ingresso è libero.
Per informazioni tel. 335 6287477, 338 1236656