Santostefanese – Valenzana Mado 2-0; Robiglio: “Bravi a chiudere la partita dopo 15 minuti”

0
366

L’unica soddisfazione cuneese dai Play Off di Promozione arriva dalla Santostefanese che, grazie a Dispenza e Meda, regola in 15 minuti la Valenzana Mado accedendo al secondo turno dove incontrerà la CBS vittoriosa con l’Acqui.

“E’ stata una partita molto bella – afferma il tecnico santostefanese Massimo Robiglio – noi siamo stati bravi a incanalarla subito nei binari giusti. Essendo arrivati secondi partivamo con due risultati utili su tre, però dopo 15 minuti eravamo già avanti di due reti, quindi il match si è messo in discesa. Siamo partiti forte, agevolati da alcune defezioni importanti nelle file della Valenzana che ha dovuto fare a meno del centrocampista Martinello e dopo 15 minuti del difensore centrale. Noi siamo stati bravi a partire forte e poi a gestire la gara, nel finale avremmo potuto fare anche la terza rete ma sarebbe stato eccessivamente severo per gli avversari”.

Quindi uno sguardo al prossimo turno dove i cuneesi saranno attesi dal CBS Scuola Calcio.
“La prossima partita sarà durissima, perchè il CBS è una squadra molto forte. In campionato abbiamo vinto all’andata ma era subito a inizio campionato quando i meccanismi non erano ancora oliati, mentre al ritorno abbiamo perso 3 a 2 in trasferta. E’ una squadra che ha dimostrato qualità, un gioco spumeggiante e tanta velocità… sono difficili da affrontare quindi dovremo essere bravi a leggere le situazioni a centrocampo e a disputare un’altra gara importante”.

Infine un pensiero all’Eccellenza…
“Noi stiamo inseguendo un sogno che è quello dell’Eccellenza e al momento rimane tale. Certo è che, se passassimo un turno, inizieremmo a pensarci con più concretezza. Al momento andiamo avanti partita dopo partita consapevoli di avere un buon organico e di aver disputato un campionato importante. A volte con 61 punti si vince il campionato, noi abbiamo avuto la sfortuna di avere davanti un Vanchiglia che ha ucciso il campionato già a metà di esso, però noi siamo stati bravi a restare in coda e a mantenere oggi vivo il sogno dell’Eccellenza”