Arrestate due donne per tentato furto in un’abitazione di San Rocco di Bernezzo

0
507

Nei giorni scorsi i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Cuneo hanno eseguito due ordinanze di custodia cautelare in carcere a carico di due donne, di origine straniera ed entrambe residenti a Scarnafigi, rispettivamente di 28 e 41 anni, per tentato furto aggravato all’interno di un’abitazione di Caraglio.

 

In particolare, i Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile di Cuneo sono intervenuti in San Rocco di Bernezzo poiché un cittadino residente, nel rincasare, aveva notato sul pianerottolo di casa due donne rivolte verso la porta di ingresso della sua abitazione intente ad armeggiare sul nottolino della serratura della porta. L’uomo ha chiesto pertanto spiegazioni alle due signore le quali dapprima tergiversavano riferendo di essere alla ricerca di una donna di origine rumena, poi, vistesi scoperte, scendevano le scale dandosi alla fuga.

 

A quel punto l’uomo ha tentato di aprire la serratura della porta di ingresso, accorgendosi della mancanza del nottolino, realizzando ciò che era accaduto e lanciandosi all’inseguimento delle due donne che nel frattempo erano già salite a bordo di una Fiat Stilo, che cercavano di mettere in moto.
Dopo averle raggiunte, l’uomo ha aperto repentinamente le portiere dell’autovettura, imposessandosi delle chiavi disinserendole dal cruscotto e richiedendo l’intervento del 112.
I militari dell’Aliquota Radiomobile, arrivati immediatamente sul posto, hanno fermato le due donne e sottoponendole a perquisizione personale che consentiva di rinvenire, in una delle borse indossate dalle due, il nottolino asportato poco prima dalla porta di ingresso dell’abitazione dell’uomo.

 

I carabinieri, a seguito di un sopralluogo eseguito nell’area interessata dall’evento, sono riusciti anche a ritrovare e sottoporre a sequestro gli strumenti atti allo scasso di cui le donne si erano disfatte durante la fuga, gettandoli all’interno di un contenitore per la raccolta differenziata del vetro, e sotto una siepe poco distante.
A seguito di tali evidenze opportunamente segnalate all’Autorità Giudiziaria, le due straniere, già colpite nei mesi scorsi da diversi provvedimenti giudiziari per analoghi reati contro il patrimonio, sono state raggiunte da un’ordinanza di custodia cautelare in carcere per “tentato furto aggravato in abitazione continuato in concorso”.
I carabinieri, una volta notificate le misure, le hanno condotte presso la Casa Circondariale “Lorusso e Cotugno” di Torino a disposizione dell’Autorità Giudiziaria competente.