Buoni risultati per l’Atletica Mondovì a Padova

0
338

Il 20 e 21 gennaio presso il PalaIndoor di Padova, si sono disputati i campionati regionali veneti open con programma completo. Un’occasione rara di confronto per tutti gli atleti prima dei vari campionati italiani visto la penuria di impianti indoor in Italia (chiuso Genova c’è solo Ancona), che hanno preso d’assalto l’impianto veneto con una partecipazione record: sui 60 metri piani uomini, ad esempio, si è arrivato ad avere oltre 170 iscritti.

Proprio sui 60 metri uomini l’Atletica Mondovì ha piazzato un uomo in finale A, Federico Stantero che si è qualificato vincendo la sua batteria con 7”14. Federico, di concerto con il tecnico e fisioterapista Vittorio Morello, non è però sceso in pista a causa di un fastidio muscolare evitando rischi inutili in vista del campionati italiani. Ferdinando Mulassano invece, con 7”16, è stato il primo escluso della miglior finale e nella finale B si è piazzato al terzo posto chiudendo in 7”18. Per l’allievo Enrico Danni e Nicholas Bolla, i tempi fatti registrare confermano i crono della scorsa settimana ad Aosta: 7”45 e 7”41.

Sui 200 metri ottimo sesto tempo in 22”52 per lo stesso Mulassano che successivamente è stato squalificato a causa di un’invasione di corsia in curva. Poco male: per il frabosano il test è stato positivo con il risultato in linea ai tempi fatti registrare in allenamento e finalizzato ad entrare in forma nelle prossime settimane. Poco significativi invece quelli registrati da Stantero Mamino e Bolla sui 200 metri chiusi rispettivamente in 23”27, 23”76 e 23”88.
Tra le donne Federica Voghera non è andata oltre ad un modesto 8”04 nella finale C dei 60 metri donne (vanta infatti un 7”89 ottenuto nel 2017) mentre sui 200 metri ha concluso il giro di pista con un incoraggiante 26”11 che le è valso l’undicesima piazza finale, nonostante pericolose sbandate nelle strette curve dell’impianto padovano.

Infine nell’ultima gara in programma, la staffetta 4×200 metri, l’Atletica Mondovì ha ottenuto un buon sesto posto in 1’32”85 con il quartetto composto da Christian Mamino, Nicholas Bolla, Ferdinando Mulassano e Enrico Danni (allievo) che ha sostituito Ludovico Stantero precauzionalmente tenuto a riposo. La vittoria è andata alla squadra di casa Assindustria Sport Padova in 1’30”80.