Sterpaglie bruciate: numerosi casi nel cuneese, ma il divieto resta attivo

0
352

Continua ad essere in vigore l’ordinanza che vieta l’accensione di fuochi nei boschi, ma nonostante questo sono numerosi i casi riscontrati in questi giorni dai vigili del fuoco e dai carabinieri forestali nel cuneese.

 

Uno degli ultimi è quello che si è verificato nella giornata di ieri, domenica 26 novembre, nella zona boschiva di Boves, ai piedi della Bisalta, dove per scopi di pulizia sono state bruciate delle sterpaglie.

 

Anche oggi segnalazioni di colonne di fumo sono giunte ai vigili del fuoco, che ricordano come il divieto resti attivo, anche se avviene in maniera controllata e per operazioni di pulizia boschiva:il rischio è di incorrere in sanzioni molto salate. In questo senso, i vigili del fuoco e i carabinieri forestali stanno monitorando la situazione.