Il programma dell’edizione 2017 del Pavese Festiaval a Santo Stefano Belbo

0
146

Il Pavese Festival è un insieme di eventi e di suggestioni con una chiara e definita identità: l’identità forgiata dalla scrittura e dalle parole di Cesare Pavese, ma anche l’identità tutta peculiare che i luoghi stessi del Festival danno agli spettacoli, alle celebrazioni, agli avvenimenti.

E’ per questo motivo che il Festival non si limita semplicemente a rappresentare un mero assortimento di eventi e spettacoli, ma marca la propria identità e la propria specificità culturale-turistico divenendo un ottimo veicolo per la promozione del territorio piemontese.

La manifestazione è basata su una serie di eventi di valenza artistica che sanno attrarre in loco molti visitatori che hanno un’occasione di visitare e conoscere le peculiarità dei luoghi proposti: la bellezza del paesaggio naturale, l’enogastronomia, la storia e le tradizioni dei nostri piccoli paesi. Inoltre è un’occasione per fornire eventi culturali ad un pubblico che risiede in piccoli centri lontani dalle grandi città piemontesi e quindi dalle maggiori offerte culturali.
Il Pavese Festival è organizzato dalla Fondazione Cesare Pavese con la collaborazione del Comune di Santo Stefano Belbo, del Cepam e della Pro Loco di Santo Stefano Belbo.
I Pavese Festival è organizzato grazie al contributo di Regione Piemonte, Fondazione Cassa di Risparmio di Cuneo, Fondazione Cassa di Risparmio di Torino.
L’accesso alle serate è gratuito.
Il Programma dell’edizione 2017

Giovedi 21 settembre 2017
Fondazione Cesare Pavese, Piazza Confraternita, 1
Chiesa dei Santi Giacomo e Cristoforo
Ore 18,00 – Inaugurazione mostra “Che figura! Soggetti non convenzionali dall’Accademia Albertina” a cura di Antonio Musiari, in collaborazione con L’Accademia Albertina delle Belle Arti di Torino. Cinque artisti accomunati dalla formazione presso l’Accademia Albertina di Torino si misurano con il fascino e gli spazi nella ex-chiesa dei Santi Giacomo e Cristoforo, proponendo un percorso di avvicinamento alla figurazione come frontiera tra il gusto corrente e la vocazione delle arti ad anticipare problematiche imminenti. Gli artisti: Bahareh Heidarzadehzavardehi, Abilulrazak “Meriwan” Karamani, Emanuele Marullo, Elena Radovix, Leardo Sciacoviello.
Chiostro della Chiesa dei Santi Giacomo e Cristoforo
Ore 19,00 – Aperitivo a cura della Pro Loco Santo Stefano Belbo
Piazza San Rocco
Ore 21,00 – Concerto. “40 anni di musica ribelle”, Eugenio Finardi in concerto

Venerdi 22 settembre 2017
Fondazione Cesare Pavese, Piazza Confraternita, 1
Chiesa dei Santi Giacomo e Cristoforo
Ore 18,00 – “Tu lo sai che le cose immortali le avete a due passi”. Passeggiata pavesiana con la scrittrice Elena Varvello dalla Fondazione Cesare Pavese alla Gaminella
Ore 21,00 – Concerto. Musiche, Balfolk e leggende delle valli occitane con il gruppo Catafolk.

Sabato 23 settembre 2017
Fondazione Cesare Pavese, Piazza Confraternita, 1
Chiesa dei Santi Giacomo e Cristoforo
Ore 18,00 – Concerto. Musiche d’autore di Andrea Giraudo, voce e pianoforte. Letture a cura di Elena Zegna.
Ore 21,00 – Peppe Servillo legge Cesare Pavese. Non parole, un gesto. Progetto a cura di Alessandra Morra. Con Javier Girotto, Natalio Mangalavite. Fotografie di Michele De Vita.

Domenica 24 settembre 2017
Fondazione Cesare Pavese, Piazza Confraternita, 1
Chiesa dei Santi Giacomo e Cristoforo
Ore 10,30 – “Sentivo tra i peschi arrivare il treno”. Passeggiata pavesiana con Collettivo Shirò dalla Stazione di Santo Stefano Belbo alla Casa di Nuto
Ore 17,00 – Proiezione del film “Ama la tua terra”, a cura dei ragazzi del Centro Diurno del C.I.S.A. Asti Sud con la regia di Antonio Palese e le musiche di Marco Soria
Ore 18,00 – Concerto. Il Boom – Perché tutto in fondo è Jazz
Ore 20,00 – Aperitivo a cura della Pro Loco Santo Stefano Belbo
Ore 21,00 – Concerto. “…e ti senti pulsare nel sangue”. Melologo su Poesie di Cesare Pavese con musiche di Astor Piazzolla con Federica Fracassi, voce recitante; Piercarlo Sacco, violino e viola; Andrea Dieci, chitarra.