I The Beat Circus in concerto a Cuneo alla Sagra di San Sereno

0
132

In occasione del foltissimo programma di festeggiamenti della novantesima Sagra di San Sereno (protettore dei Giardinieri e degli ortolani), a San Rocco Castagnaretta (Cuneo), i Beat Circus, protagonisti di varie serate anche nel corso di questa estate  si esibiranno in concerto domenica 10 settembre alle 21 in Piazzale Della Repubblica. Sarà uno spettacolo all’insegna della musica anni Cinquanta e Sessanta, vivace, allegra, veloce, tutta da cantare e ballare insieme.

The Beat Circus” è la Rock’ n’ Roll Beat Band nata a Cuneo nel marzo del 2013. La passione per la musica italiana e straniera degli anni ’50 e ’60 unisce quattro Amici di lunga data in un progetto di spettacolo e di musica che amalgama le diverse personalità dei membri del complesso offrendo uno show a 360 gradi.

Lo spirito e l’intento sono quelli di riprodurre l’atmosfera di festa e allegria che si respirava durante le esibizioni dei “Complessi” nei Dancing e nelle feste degli anni ’60: un repertorio che spazia dagli evergreen di Artisti stranieri ed italiani di quello storico periodo (Elvis Presley, Jerry Lee Lewis, Little Richard, Chuck Berry, The Beatles, Adriano Celentano, Little Tony, The Rokes, Giganti e tanti altri) a delle vere e proprie “perle” e “rarità” (canzoni di Clarence Frogman Henry, The Top Notes, The Shirelles, Clem Sacco, Bobby Solo, Gene Pitney, Don Backy e Pilade, solo per citarne alcuni) che hanno però contribuito a creare un alone di mito intorno a quegli indimenticabili anni.

Passando dall’epopea del Rock’ n’ Roll Americano delle origini al Rock Italiano dei primi Urlatori, dalla British Invasion al Beat Italiano dei Capelloni, dal Twist ai famosi “lenti” che hanno fatto nascere tanti amori sulle piste da ballo, le canzoni che vengono riproposte durante lo spettacolo invitano alla danza ed al canto collettivo un pubblico eterogeneo, facendo rievocare, a chi ha trascorso la gioventù negli anni ’50 e ’60, lo spirito e la spensieratezza propri di quel periodo e facendoli (ri)scoprire ai più giovani.
Il look del gruppo, con abiti che richiamano le esibizioni Live dei Beatles nel periodo della Beatlemania (biennio 1963-1964), e l’utilizzo di strumentazione vintage contribuiscono a rievocare l’atmosfera propria di un “cerimoniale ritmato” di quel periodo dando una nota di colore e contribuendo ulteriormente all’impatto scenico dello spettacolo.
L’esecuzione dei brani è accompagnata dalla proiezione di immagini che richiamano alla memoria degli ascoltatori gli Artisti e le copertine dei Dischi che hanno segnato un’ epoca.

Ogni brano ed ogni interprete vengono presentati con note tecniche e storiche che inquadrano al meglio il contesto nel quale si andavano a collocare, con intermezzi di cabaret e di improvvisazione volti a scherzare ed ad ironizzare su aneddoti e su citazioni storiche con tanta allegria e senza alcuna volgarità, offrendo uno spettacolo adatto ad un pubblico di ogni età.