Finalmente Ordine 4.0 in corsa per le elezioni del Consiglio Direttivo degli Ingegneri di Cuneo

0
170

Si rinnova il Consiglio Direttivo dell’Ordine degli Ingegneri di Cuneo per il quadriennio 2017-2021. Sono chiamati a votare 1657 ingegneri della Provincia.

La prima votazione, che generalmente va deserta perché è richiesto che vada a votare un terzo degli iscritti, si terrà il 3 e 4 luglio, la seconda votazione, valida se va a votare un quinto degli aventi diritto, sarà il 5, 6, 7, 8 luglio. Se non verrà raggiunto il quorum si terrà una terza votazione dal 10 al 14 luglio

 

Dopo decine di anni in cui ai vertici e nella maggioranza del Consiglio sedevano sulle poltrone sempre le stesse persone, finalmente non può ricandidarsi chi ha fatto più di tre mandati, ma deve aspettare un turno. Sono 62 i candidati, alcuni dei quali nel segno della continuità col consiglio uscente, altri per portare una opportunità di cambiamento. Si possono votare fino a 15 nomi, quanti sono i consiglieri e quindi quasi tutti i candidati si sono raggruppati in liste di persone che condividono ideali ed obiettivi. Finalmente democrazia? “Si, ma solo se c’è la volontà ed il coraggio di cambiare completamente. E’ lo spirito dei candidati che si riconoscono nel logo “Finalmente Ordine 4.0” una squadra formata da ingegneri provenienti da diverse parti della provincia e con professioni e specializzazioni differenti. Questo permette loro di rappresentare appieno il “mondo degli ingegneri” in continua evoluzione e cambiamento. Dal lavoro quotidiano dell’ingegnere, ma soprattutto dal ruolo che molti ingegneri designati dal loro Ordine possono rivestire in commissioni ed in tavoli di lavoro, dipendono decisioni che influenzano la vita e lo sviluppo della comunità. Eppure fin’ora le tematiche affrontate raramente sono condivise con gli iscritti e, d’altro canto, gli ingegneri non hanno mai ottenuto visibilità in un mondo dove essa è essenziale per promuovere il loro ruolo. Occorre rinnovare il metodo di lavoro e la comunicazione, promuovendo la partecipazione, ascoltando le istanze degli iscritti e facendosene portavoce presso le istituzioni, organizzando riunioni sul territorio, facendo diventare l’Ordine una vera e propria “casa dell’ingegnere”, un luogo dove non si paghi solo l’iscrizione per poter essere registrato e lavorare, ma un’occasione per ricevere servizi ed informazioni tempestive e favorire la creazione di opportunità di lavoro. Occorre ritrovare i valori, molto ben evidenziati nel codice deontologico, di rispetto del territorio, delle fonti energetiche, del paesaggio e dei beni culturali, di tutela della vita e della salute dell’uomo, di rapporti improntati a correttezza verso i colleghi e la società, di aiuto a colleghi giovani o in difficoltà. I candidati di “Finalmente Ordine 4.0” si impegnano per l’esclusiva finalità del bene degli iscritti e della professione in un momento difficilissimo per entrambi e chiedono ai colleghi di votare tutti i nomi della lista per riuscire a realizzare il loro programma: Andrea Alessandria, Francesco Bessone, Piercarlo Boasso, Claudio Borgna, Silvia Maria Cina, Alberto Collidà, Alberto Fazio, Daniela Galfré, Cristian Garnero, Gianluca Iavelli, Elena Meinero, Claudio Musso, Paolo Tealdi, Cristian Trebini, Stefano Audisio (sez. B)”.
Maggiori informazioni su: https://www.facebook.com/FinalmenteOrdine4.0/

 

c.s.