Borgo San Dalmazzo: denunciato 23enne albanese per furto di energia elettrica | Controlli sul territorio borgarino: fermato 20enne del Sudan illegalmente sul territorio italiano

0
441

Nel corso dell’ultimo fine settimana, la Compagnia Carabinieri di Borgo San Dalmazzo, ha svolto un servizio coordinato a largo raggio, effettuando un controllo capillare del territorio, impiegando 21 militari e 10 automezzi.

Tale attività ha dato i suoi frutti, permettendo di denunciare all’ Autorità Giudiziaria un cittadino albanese classe ‘94 di Borgo San Dalmazzo per il furto aggravato e continuato di energia elettrica. I militari hanno appurato, che l’indagato sin dal mese di gennaio 2017, si era allacciato abusivamente al contatore del condominio ove attualmente abita, al fine di trarne un ingiusto beneficio. Nel complesso è stato quantificato un danno di 300 euro circa;

 

Denunciato anche un giovane proveniente dal Sudan H.P. (cl.1997), che si è reso responsabile dei reati di permanenza illegale sul territorio nazionale e false attestazioni a Pubblico Ufficiale. A tale proposito i militari del dipendente N.O.R. – Aliquota Radiomobile sorprendevano il soggetto nei pressi della stazione ferroviaria di Robilante. Lo stesso ai militari dichiarava di avere meno di 18 anni e forniva le sue generalità. Gli approfonditi accertamenti che venivano condotti in seguito permettevano di scoprire che in realtà si trattava di un soggetto maggiorenne e con differenti dati personali rispetto a quelli che erano stati forniti.

 

Durante il controllo inoltre, che ha visto il maggior numero di mezzi e uomini impiegati, durante la giornata di sabato, sono stati identificati complessivamente 150 individui e controllate 60 autovetture lungo le principali strade di comunicazione e nelle aree periferiche dei centri abitati. Tali controlli diverranno nei prossimi giorni sempre più incisivi e costanti al fine di garantire un maggior livello di prevenzione dei reati contro il patrimonio, con particolare riferimento ai furti in abitazione.