Rubano capi d’abbigliamento dai banchi del mercato settimanale a Cuneo | Arrestate in flagranza due donne romene di 42 e 21 anni

0
412

Nella giornata di martedì scorso scorsi i Carabinieri della Stazione Carabinieri di Cuneo, diretta dal Luogotenente Ignazio Palmas, hanno arrestato in flagranza di reato due donne, madre e figlia, entrambe nate in Romania, rispettivamente di anni 42 e 21, per furto aggravato consumato all’interno dell’area mercatale di Cuneo.

In particolare, i Carabinieri della Stazione di Cuneo avevano predisposto, come ogni settimana in occasione del mercato locale che coinvolge tutto il centro storico del capoluogo, un servizio di pattuglia a piedi finalizzato alla prevenzione di reati contro il patrimonio, tra i quali i furti con destrezza ai danni dei clienti che affollano le vie del mercato e quelli in danno degli stessi commercianti che espongono al pubblico la merce in vendita.
Durante il servizio, a metà mattinata, i militari venivano allertati da un venditore di capi di abbigliamento, il cui banco era situato nella centralissima piazza Galimberti, che richiamava l’attenzione dei carabinieri per un presunto furto subìto.
Il commerciante, in sostanza, rappresentava ai carabinieri di aver notato le due signore, ferme in quel momento dinanzi a lui, mentre stavano asportando alcuni capi di vestiario adagiati sul banco e, approfittando di un momento di distrazione dello stesso titolare, avevano occultato tale merce all’interno di alcune borse che avevano a tracolla.

Notata tuttavia l’intera scena, il commerciante aveva intimato subito alle due di restituire il maltolto e aveva poi attirato l’attenzione dei militari in servizio di pattuglia.
Sul posto, i militari hanno fermato le due donne, risultate essere madre e figlia di origini rumene, e le hanno sottoposte a perquisizione personale con esito positivo.
All’interno delle borse indossate, i carabinieri hanno rinvenuto diversi capi di abbigliamento asportati dallo stesso banco e altri diversi indumenti che successivi accertamenti permettevano di stabilire essere stati sottratti con destrezza da altri commercianti presenti nelle vicinanze.
Il valore complessivo delle merce rubata risultava essere di circa 180/200 euro totali e veniva quindi restituita ai legittimi proprietari.

Le due donne, sottoposte ad arresto in flagranza, sono state prima condotte negli uffici del Comando Provinciale Carabinieri di Cuneo per le incombenze del caso e successivamente immesse al regime degli arresti domiciliati a disposizione dell’autorità giudiziaria competente con l’accusa di furto aggravato continuato in concorso.
Intanto le indagini dei militari dell’Arma sul conto delle due romene proseguono, anche mediante l’analisi delle immagini estrapolate dagli impianti di videosorveglianza, sia pubblici che privati, del centro cittadino per verificare se abbiano commesso furti nei giorni scorsi ai danni di altri cuneesi od all’interno di attività commerciali.