Rally – l’astigiano Flavio Aivano passa alla guida: “Pronto per un’avventura emozionante”

0
504

Cento rally o quasi disputati come navigatore non hanno saziato la voglia di prove speciali di Flavio Aivano che ha deciso di passare al volante, cimentarsi nel Campionato Italiano Rally Autostoriche e nella concomitante Michelin Historic Rally Cup.

 

Dopo un timido tentativo lo scorso anno con la Opel Kadett GT/E Gruppo 2 del 1976 (quindi di undici anni più datata del suo pilota) curata dalla Evomotorsport, Flavio Aivano è deciso quest’anno ad affrontare una stagione completa ai massimi livelli fra le storiche. E dopo aver disputato quasi cento rally sul sedile di destra il rallista di San Martino Alfieri è passato ai comandi della vettura.

 

“Ho iniziato nel 2007 dettando le note sulla Citroën C2 di Alessandro Rissone alla Ronde di Santo Stefano Belbo. Mi sono divertito parecchio e siamo andati forte al punto di chiudere fra i primi quindici della classifica assoluta. Dopo quattro o cinque gare, l’anno successivo, mi ha chiamato Roberto Giovannelli per correre il Rally Tartufo ad Asti con la sua Porsche 911. Ho scoperto il fascino delle storiche in quella gara e non ho più smesso di gareggiare con le vetture d’antan” commenta Aivano che prosegue. “Con le storiche mi sono tolto delle belle soddisfazioni. Nel 2009 ho disputato il Campionato Europeo sempre a fianco di Giovannelli, correndo il Rally di Costa Brava, in Spagna, il Sanremo Storico, l’Elba Storico e l’Historic Vltava Rallye in Repubblica Ceca. Una gran bella esperienza. Inoltre ho conquistato il successo assoluto in alcuni rally a fianco di Antonio Gregorio su Ford Escort RS. Abbiamo vinto un Valli Imperiesi sotto il diluvio universale, bissando il successo all’Aosta l’ultimo anno che la gara era valida per il TRA, facendo due ‘traversi’ incredibili a ogni tornante. Il periodo a fianco di Antonio Gregorio è stato particolarmente intenso. Una domenica si correva, quella dopo si provava il rally successivo. Un sogno; mi sembrava di essere un professionista”.

 

Dopo quasi dieci sul sedile di destra Flavio Aivano ha deciso lo scorso anno di compiere il grande salto, presentandosi come pilota al via di tre gare, il Rally Tartufo ad Asti, il Memorial Conrero a Ivrea e il Campagnolo a Vicenza. “È stata una fase preparatoria in vista di questa stagione per capire quali erano le mie possibilità. E quest’anno seguirò un programma preciso puntando alla classifica Under Trenta nel Campionato Italiano Rally Storici e a ben figurare nella Michelin Historic Rally Cup, una serie ben strutturata, che permette di vincere anche qualche soldino che aiutano ad affrontare la stagione. A inizio anno ho parlato con Matteo Quaglia, un amico da sempre, e abbiamo deciso di affrontare insieme questa avventura per i colori del Team Bassano. E ora non ci resta che prepararci a scendere sabato prossimo, 11 marzo, la pedana di Piazza Grande ad Arezzo. Sarà il primo passo di una emozionante avventura”.

 

c.s.