Alluvione fine novembre: il consiglio dei ministri delibera lo stato di emergenza anche per Asti

0
225

E’ arrivata la buona notizia che il Presidente della Provincia di Asti Marco Gabusi e i Sindaci dei Comuni rivieraschi della Valle Tanaro e Valle Bormida attendevano a seguito dell’incontro di fine gennaio con il Ministro Enrico Costa e l’On.le europarlamentare Alberto Cirio circa l’esclusione del territorio astigiano e alessandrino dallo stato di calamità per gli eventi meteorologici del 24/25 novembre scorso.

Ieri, l’annuncio del Ministro agli Affari Regionali Costa: “Il Consiglio dei Ministri ha approvato la delibera che estende lo stato di emergenza alle province di Asti e Alessandria assegnando una prima somma di 5 milioni di Euro. Un passaggio atteso – dice il Ministro – per un territorio che ha registrato danni significativi” – e ancora – “ho ascoltato personalmente il Presidente Gabusi e le preoccupazioni dei Sindaci dei comuni colpiti”.

Soddisfatto il Presidente della Provincia Marco Gabusi che, in una nota inviata ai Sindaci si congratula per l’assiduo lavoro svolto ribadendo che “un territorio ha pari dignità rispetto ad un altro colpito dallo stesso evento”. E ancora “Ringrazio i colleghi sindaci per averci creduto, ringrazio il ministro Costa e l’on.le Cirio per aver portato avanti la nostra causa, l’on.le Fiorio per averne seguito gli sviluppi e i media per averci dato il giusto risalto, ma non allentiamo la pressione fino al raggiungimento del completo obiettivo”.

Lo stesso Gabusi aveva sostenuto le ragioni degli amministratori locali e, l’esclusione della provincia di Asti dallo stato di calamità, era suonata come un’offesa a cui si doveva porre rimedio con urgenza poiché gli ingenti danni alla viabilità e alle imprese necessitano di interventi prioritari.