Usavano cellulari rubati: due persone denunciate per ricettazione a Bra e La Morra

0
357

Due distinti furti, uno in abitazione ed un uno perpetrato con destrezza, nei quali erano stati sottratti dei telefoni cellulari.

 

 

In entrambi i casi i carabinieri, dopo aver raccolto dai derubati la denuncia, esaminavano i tabulati telefonici dai quali erano poi emersi i contatti degli utilizzatori degli apparecchi rubati.
Più nel dettaglio i due casi di cui si sono occupati i militari dell’Arma della Compagnia braidese:
Durante un furto in abitazione, avvenuto a La Morra lo scorso gennaio, i malviventi avevano sottratto, tra le altre cose, anche due telefoni cellulari. L’esame dei dati pervenuti dai gestori telefonici effettuata dai militari della locale Stazione Carabinieri, guidati dal Maresciallo Giovanni CASSARINO, aveva consentito di risalire all’utilizzatrice del telefono, una cittadina albanese 36enne, residente nel padovano.

 

L’altro cellulare, invece, era stato sottratto a novembre dello scorso anno ad una donna di origini macedoni, mentre faceva la spesa in un ipermercato nel Roero. Il Samsung Galaxy Note 4 era risultato essere in uso ad un 47enne di Alba al quale è stato poi sequestrato e successivamente restituito alla legittima proprietaria dai Carabinieri della Stazione di Bra, guidati dal Maresciallo Alberto NOVARA.

 

Gli indagati, denunciati in stato di libertà alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Asti, dovranno rispondere del reato di ricettazione e rischiano una pesante condanna da due a otto anni, oltre ad una multa da 516 a 10.329 euro.