Ritorno in grande stile di Italy & USA: Alba Music Festival 2016 | Calendario ricco di appuntamenti dal 19 maggio al 2 giugno 2016

0
405

Italy&USA, Alba Music Festival giunge alla sua tredicesima edizione, a dimostrazione dell’importante progetto culturale internazionale, sostenuto da un forte e sempre crescente consenso e considerazione internazionale, che è riuscito ad affermare le sue potenzialità, portando la musica classica ed il dinamismo di una manifestazione internazionale, al centro della vita artistica e sociale del territorio piemontese.

I risultati delle ultimissime edizioni, nonostante la difficile situazione economica e finanziaria, hanno mantenuto le loro aspettative ed sono stati consolidati.

L’edizione di primavera 2016, si svolgerà per due settimane nella seconda metà del mese maggio, localizzata nella città di Alba, tra i Teatri, le Chiese e gli spazi all’aperto, seguendo uno schema ormai consolidato, lasciando spazio ai grandi interpreti e a una programmazione ricca e vitale.

Concerti, seminari, eventi collaterali, mostre, azioni didattiche, workshop, viene confermata la relazione con gli Stati Uniti con la presenza di docenti e oltre 50 studenti dalle grandi Scuole musicali coma la Juilliard e la Manhattan School di New York o il Conservatorio di San Francisco, oltre alla collaborazione con la Chesapeake Orchestra, la Maryland Youth Orchestra, la Roger Williams University e la Colorado in Boulder University, oltre a artisti da circa 15 Paesi del mondo: gruppi ed orchestre italiane hanno contribuito al successo non solo artistico della manifestazione.

Continua la partnership, attraverso un protocollo istituzionale pluriennale, con il Polo francese di Composizione del Conservatoire de Musique, Danse et Théâtre di Montbéliard e il Dipartimento Multimedia dell’Università di Franche-Comté.

Nelle ultime edizioni si è registrato un consolidamento della partecipazione del pubblico, dei partner istituzionali e privati, e degli Enti che hanno aderito alle iniziative sul territorio.

Questa convergenza di presenze, rappresenta un gruppo nutrito ed entusiasta di sostenitori nazionali e internazionali, che vedono sempre più il festival come un momento d’incontro artistico internazionale, di attrazione di turismo-culturale internazionale, di dinamico scambio d’idee, di ricaduta sul territorio e di beneficio sull’indotto.

 

La risposta del pubblico nella scorse edizioni, un “tutto esaurito” ogni sera, ha dimostrato come lo spettacolo dal vivo sia una fondamentale esperienza sociale di crescita, e come Alba Music Festival sia riuscita a catalizzare i favori del pubblico, della critica e dei sostenitori, mettendo insieme un progetto organico, fatto di cultura colta e divulgazione, di beneficio locale e di attrazione e visibilità globale.

 

Italy&USA · Alba Music Festival, ideato e diretto dal piemontese Giuseppe Nova e da Jeff Silberschlag, musicisti che vantano un back-ground maturato in campo internazionale, si è consolidato come uno dei più attesi punti di riferimento culturali della stagione, oltre ad avere i favori della stampa nazionale e internazionale (“la piccola Spoleto del Piemonte” la Repubblica, “Alba, è qui la festa!” Specchio, “Alba a tutta musica” il Secolo XIX, “Making Musica Bella” Maryland Magazine), è inserito nel programma della Città di Alba, è finanziato dalla Regione Piemonte, dai principali Enti del territorio.

 

Programma artistico 2016

Italy&USA – Alba Music Festival 2016 Un inno alla musica e alla gioia.

Inaugurazione giovedì 19 maggio 2016 alle ore 21 presso la Chiesa di San Domenico, per l’inagibilità dell’Auditorium della Fondazione Ferrero, sede prestigiosa ed abituale per la partenza della nostra festa della musica. Il programma proseguirà ininterrottamente fino al 29 maggio, con un’appendice l’1 e 2 giugno, presentando due o tre appuntamenti al giorno, con una programmazione che toccherà i brani del grande repertorio sinfonico, la musica da camera, le prime esecuzioni, i recital, gli eventi collaterali.

Un omaggio ad Astor Piazzolla ed un finale grandioso con l’esecuzione della Nona Sinfonia di Beethoven, saranno i due pilastri di quest’edizione. Al compositore argentino di origine pugliese, le cui musiche hanno travalicato il puro concetto stilistico per divenire uno dei fenomeni culturali più apprezzati ed eseguiti, Alba Music Festival dedica tre momenti particolarmente intensi, grazie anche alla presenza di artisti argentini, come la cantante Cecilia Suarez Paz (figlia d’arte del violinista che ha lavorato moltissimi anni con Piazzolla) e la pianista Nancy Roldán.

All’islandese Gudni Emilsson sarà invece affidato il compito di chiudere il festival, domenica 29 maggio alle 17, con quella che forse è la più nota opera sinfonica della storia della musica, con l’Orchestra di Stato della Romania e tre cori italiani per un totale di oltre 120 elementi.

 

Tra le altre opere in programma, citiamo in ordine sparso le produzioni sinfoniche, nelle quale si alterneranno direttori come Jeff Silberschlag e il bulgaro Nikolay Lalov: ascolteremo il Pulcinella di Stravinskij, i Concerti per pianoforte di Gershwin e di Čajkovskij, poi Ravel, Rossini, Debussy e l’Ottava Sinfonia di Dvoràk.

Si ascolteranno alcune produzioni interessanti come La Pantomima rinata, ricostruzione scenico – musicale della Musik zu einer Faschingspantomime kv 446 di Wolfgang Amadeus Mozart, con la realizzazione scenica del Teatrino del Rifo, la rielaborazione in testo drammatico di Quirino Principe ed i musicisti coordinati da Andrea Rucli.

Poi Tim Gill, violoncellista della London Sinfonietta, assieme al violinista Wolfgang David della Royal Philharmonic Orchestra di Londra nella prima esecuzione italiana del Doppio concerto con orchestra del compositore americano David Gompper, in-residence in questa edizione del Festival, e ancora il bandoneón di Cesare Chiacchiaretta con Filippo Arlia al pianoforte, un programma vivaldiano con i famosi Concerti a cinque con Giuseppe Nova, Rino Vernizzi, Alberto Cesaraccio, Andrea Bertino e Maurizio Fornero, il sestetto d’archi francese Doppio Affetto, la pianista russa Sofia Vasheruk, la pianista giapponese Saori Haji, l’ ensemble di flauti Flute USA diretto da Karen Johnson, con Aaron Goldman, Primo flauto della National Symphony Orchestra di Washington.

 

Per la partnership con le istituzioni statunitensi, i Chesapeake Virtuosi con giovani talenti, tra gli altri, dalla Juilliard e Manhattan School di New York e del San Francisco Conservatory, la collaborazione con la Maryland Youth Symphony Orchestra e la Chesapeake Orchestra, con la presenza di Josè Cueto, Jennifer Rende e Suzanne Orban. Inoltre per il terzo anno la partecipazione della Colorado in Boulder University che presenterà un gruppo di giovani virtuosi.

Con il Polo francese di Composizione del Conservatorio Montbéliard e il Dipartimento Multimedia dell’Università di Franche-Comté, verrà portata ad Alba l’installazione multimediale interattiva Focus, basata sull’interpretazione gestuale, concepita e realizzata da Clément Gerard, Julien de la Velle, Philippe Boillot, William Besserer.

Viene inoltre sviluppato il Corso internazionale di composizione coordinato da Elliott McKinley della Roger Williams University di Rhode Island, con la presenza di compositori ospiti come Peter Farmer, Joseph Dangerfield, Carlo Boccadoro, Giacomo Platini, Jacopo Baboni Schilingi, e la presenza di una decina di giovani compositori.

 

Non mancheranno gli eventi collaterali e le importanti attività divulgative: dalle tradizionali Prove aperte sul Festival, ai seminari aperti agli studenti e professionisti italiani, la mostra del fotografo Bruno Murialdo con gli scatti più significativi della scorsa edizione, e ancora la Festa della musica e dei bambini con il gruppo dei Diavoletti Suzuki, gl’interventi in collaborazione con altri partner artistici come Alba Film Festival nella conversazione con Pier Mario Mignone e Dino Bosco fra cinema e musica sul film cult Arancia Meccanica di Stanley Kubrick, prendendo spunto dal Guglielmo Tell di Rossini e dalla Nona Sinfonia di Beethoven.

Anche il Civico Istituto Musicale Lodovico Rocca di Alba, che aprirà parte dei concerti serali con alcuni tra i migliori allievi e la sede di Alba Campus ospiteranno prove e seminari e favoriranno l’incontro tra studenti locali, studenti stranieri e artisti internazionali.

 

Il Festival, i concerti e il pubblico

Il Festival, oltre a servire il territorio e a richiamare pubblico da ogni parte del Piemonte, ha stimolato un importante flusso di turismo-culturale internazionale, che partendo dall’affezione dei partner americani, si è allargato, attraverso una comunicazione e promozione internazionale, fino a far convergere nei periodi del festival, un nutrito seguito di appassionati da tutto il mondo.

Il recente riconoscimento Unesco di questi territori, ed il lavoro congiunto con l’Ente titolare al suo sviluppo, ha inoltre rafforzato quegli elementi legati ai nuovi flussi turistici internazionali legali ai luoghi d’arte.

I concerti sono pubblici e gratuiti, i programmi e gli artisti scelti secondo varietà, i seminari e le prove aperte esaltano i caratteri didattici e facilitano la socialità, i luoghi sono selezionati in modo da esaltare i caratteri e l’attrattiva.

Il Festival si rivolge quindi agli appassionati internazionali ed italiani, ai musicisti, ai melomani e agli studenti, a coloro che cercano il grande artista internazionale, a quelli alla ricerca di un approccio meno accademico del repertorio classico, e a coloro che intravedono un’esperienza di conoscenza artistica o sociale. Nell’edizione 2015, un pubblico di oltre 15.000 presenze ha assistito alle performance, ha visitato le mostre e le azioni didattiche, ha assistito ai numerosi eventi collaterali, attestando un tutto esaurito nella maggior parte delle serate.

Anche il Civico Istituto Musicale di Alba e la sede di Alba Campus, che ospitano anche prove e seminari, parteciperanno all’iniziativa, rendendo accessibile l’incontro tra studenti locali, studenti stranieri e artisti di livello internazionale.

I luoghi dei concerti serali sono spesso accessibili durante le prove pomeridiane, creando un’ulteriore attrazione per il pubblico, tale da permettere d’indagare le fasi che precedono il concerto e la costruzione di un’interpretazione musicale.

 

La Direzione Artistica: Giuseppe Nova, Jeffrey Silberschlag

Giuseppe Nova
Il Washington Post ha definito “affascinante” la sua esecuzione nella capitale statunitense, altre critiche attestano “interpretazione illuminata… una straordinaria linea musicale” il Giornale, “l’arte musicale nella sua perfezione” il Nice Matin FR.

Uno dei più rappresentativi flautisti italiani della sua generazione, dopo Diplomi in Italia e Francia (Conservatorio Superiore di Lione) alla celebre Scuola di Maxence Larrieu, ha esordito nel 1982 come solista con l’Orchestra Sinfonica della RAI.

Di qui l’inizio di una brillante carriera che lo ha portato a tenere concerti e master Class in Europa, Stati Uniti e America Latina, Asia (Giappone, Cina, Tailandia, Singapore, Corea) esibendosi in celebri sale e festival come Suntory Hall di Tokyo, Teatro Rudolfinum e Dvorak Hall di Praga, Teatro Filarmonico di Verona, Parco della Musica di Roma, Conservatorio di Pechino, Castello Esterhàzy, Università di Kyoto, Umbria Jazz, Accademia di Imola.

Solista tra le altre con le orchestre: i Virtuosi di Praga, Camerata Bohemica, Ensemble of Tokyo, Filarmonica di Torino, Tübinger Kammerorchester, Orchestre de Cannes Côte d’Azur, Thailand Philharmonic, Orchestra dell’Arena di Verona, Orchestre Royal de Chambre de Wallonie, Astana State Philharmonic Orchestra, Chesapeake Orchestra, Pavlodar Philharmonic, North Czech Philharmonic Orchestra, Petrapavlosk Philharmonic Orchestra, Filarmonica Cervantes, Pardubice Philharmonic Orchestra, Orquestra de Câmara de Cascais e Oeiras, è presente nelle giurie dei Concorsi Internazionali in Europa e Asia.

Già docente di Conservatorio, all’Accademia di Pescara, alla Scuola di Saluzzo, alla Fondazione Arts Academy di Roma, Assistente al Conservatorio di Ginevra e Visiting Artist del St. Mary’s College of Maryland, USA, insegna presso il Conservatoire de la Vallée d’Aoste. Diverse le registrazioni radio-televisive e su CD (Camerata Tokyo, Universal, iTunes) tra gli altri con Maxence Larrieu, Bruno Canino, Arnoldo Foà, Wolfgang Schulz. Ha ricevuto a Kyoto il Premio internazionale per la Musica da Camera, si è esibito per il G20 a Città del Guatemala e nel 2011 gli è stato attribuito a Praga lo European Award for Artistic and Cultural activities.

Invitato regolarmente quale Esperto di strumento presso il Conservatorio superiore di Losanna e il Conservatorio Superiore di Lione per le lauree Bachelor e Master of arts, Giuseppe Nova suona con un flauto d’oro Powell 19.5 carati, espressamente costruito per lui.

 

Jeffrey Silberschlag
diplomato in tromba alla Manhattan School of Music, si è distinto nel mondo della musica come direttore e come solista, esibendosi in Europa, Stati Uniti, Russia, Cina, Giappone e Israele.

La sua arte è stata definita “irresistibile” dalla testata tedesca Kölnishce Rundschau, “straordinaria” da L’Arena ed “eccellente” dalla rivista Fanfare, la quale lo plaude come “un trombettista virtuoso per eccellenza la cui direzione è egualmente degna di lode.” Attualmente dirige la Chesapeake Orchestra ed è direttore del River Concert Series, festival internazionale che nell’estate dello scorso anno ha raccolto un pubblico di 35 mila persone in una serie di sette concerti con il grande repertorio sinfonico.

È inoltre co-direttore dell’Italy&USA Alba Music Festival ed è attivo direttore ospite. Ha inciso con la London Symphony Orchestra, la London Philharmonic, l’Orchestra della Radio della Repubblica Ceca, la Filarmonica di Varsavia, la Royal Liverpool Philharmonic, la Seattle Symphony e il Maryland Bach Aria Group.

Jeffrey Silberschlag ha interpretato un repertorio che spazia da Bach a Mahler e Strauss, ha presentato prime esecuzioni di compositori riconosciuti, molti dei quali gli hanno dedicato opere, e ha riscoperto importanti lavori di autori americani come Morton Gould, Charles Griffes e George Whitefield Chadwick.

In qualità di solista ha inciso con la London Symphony Orchestra, la Royal Liverpool Philharmonic, la Seattle Symphony, l’Orchestra della Radio della Repubblica Ceca, l’Orchestra Filarmonica di Varsavia e il Maryland Bach Aria Group.

La sua prossima realizzazione discografica sarà con la Toronto Chamber Orchestra per Naxos. Ha ricoperto il ruolo di Prima tromba all’Orchestra Sinfonica Nazionale della RAI di Torino, alla Jerusalem Symphony e alla New York City Opera. Direttore artistico e musicale del St. Mary’s College of Maryland, ne è docente dal 1988 e presiede il Dipartimento di Musica dal 1997.

 

Partner

Città di Alba
Chesapeake Orchestra Inc.
Regione Piemonte
Consiglio Regionale del Piemonte
Provincia di Cuneo
Fondazione Cassa di Risparmio di Torino
Fondazione Cassa di Risparmio di Cuneo
Fondazione Ferrero
Maryland Youth Symphony
Roger Williams University
Colorado in Boulder University
Conservatoire de Musique, Danse et Théâtre di Montbéliard
Dipartimento Multimedia dell’Università di Franche-Comté
A.Gi.Mus. Alba langhe Roero
Ente Turismo Alba Bra Langhe Roero
Consorzio Turistico Langhe Monferrato Roero
Parco Culturale Langhe Monferrato Roero
Associazione per il patrimonio dei paesaggi Vitivinicoli di Langhe-Roero e Monferrato
Associazione Commercianti Albesi
Società San Paolo
Gazzetta d’Alba
Famija Albèisa
Rotary Club
Centro Culturale San Giuseppe

 

Calendario

giovedì 19 maggio
ore 21 Chiesa di San Domenico
Concerto d’inaugurazione
Alba in Buenos Aires Storie di Tango n.1
José Cueto violino
Nancy Roldan pianoforte
Musiche di Astor Piazzolla

venerdì 20 maggio
ore 18 Chiesa di San Domenico
Photos and Focus
Inaugurazione della Mostra fotografica di Bruno Murialdo
Inaugurazione dell’installazione audio/video interattiva Focus, di Clément Gerard, Julien de la Velle, Philippe Boillot, William Besserer, coordinata da Lorenzo Bianchi Hoesch
a cura del Polo francese di Composizione del Conservatoire de Musique, Danse et Théâtre di Montbéliard

ore 21 Chiesa di San Domenico
Souvenir de Florence et de Buenos Aires Storie di Tango n.2
Doppio affetto ensemble
Celia Ballester, Szuhwa Wu violini
Caroline Lamboley, Françoise Temperman viole
Rachel Gleize, Sébastien Robert violoncelli
Musiche di Čajkovskij, Platini, Piazzolla

 

sabato 21 maggio
ore 17 Sala Beppe Fenoglio
Festa della musica e dei bambini
con il gruppo dei Diavoletti Suzuki

ore 21 Chiesa di San Domenico
La Pantomima rinata
Ricostruzione scenico-musicale della Faschingspantomime KV446 di Wolfgang Amadeus Mozart
Rifacimento dello spartito musicale a cura di Vladimir Mendelssohn
Trasformazione del canovaccio e rielaborazione in testo drammatico di Quirino Principe
Realizzazione scenica a cura del “Teatrino del Rifo”
Teatrino del Rifo: Claudia Grimaz, Manuel Butus, Giorgio Monte
Andrea Rucli pianoforte
Fortunato Casu, Alessandro Puggioni violini
Gioele Lumbau viola
Fabio De Leonardis violoncello

 

domenica 22 maggio
ore 11 Chiesa di San Giuseppe
Nuovi territori: le violon augmenté
Szuhwa Wu violino
Lorenzo Bianchi Hoesch composizione, elettronica
Musiche di Paganini, Matalon, Ysaye, Baboni Schilingi, Biber, Bianchi Hoesch

ore 13 Campus center
Workshop internazionale di composizione

ore 17.30 Sala Beppe Fenoglio
Musica all’arancia
Conversazioni fra cinema e musica su Arancia Meccanica di Stanley Kubrick, con Pier Mario Mignone e Dino Bosco. A cura di Alba Film Festival

ore 21 Chiesa di San Domenico
Il prete rosso e le putte della Pietà
I Concerti da Camera di Antonio Vivaldi
Giuseppe Nova flauto
Alberto Cesaraccio oboe
Andrea Bertino violino
Rino Vernizzi fagotto
Maurizio Fornero clavicembalo

 

lunedì 23 maggio
ore 13 Campus center
Workshop internazionale di composizione con David Gompper

ore 17.30 Chiesa della Maddalena
La bella mugnaia – Die schöne Müllerin
Lars Gruenwoldt baritono
Andrea Rucli pianoforte
Musiche di Franz Schubert

ore 21 Chiesa di San Domenico
Bach, zigano e blues
Wolfgang David violino
David Gompper pianoforte
Musiche di Bach, Ravel, Gompper

 

martedì 24 maggio
ore 13 Campus center
Workshop internazionale di composizione con Jacopo Baboni Schilingi

ore 17.30 Chiesa della Maddalena
Wet ink – Freschi di stampa
Alba Music Festival New Music Consort
Musiche di Kisselbaugh, Stennes, Simpson, Posthuma, Pang, Carvalho

ore 21 Chiesa di San Domenico
Alma y voz Storie di Tango n.3
Cecilia Suarez Paz voce
Cesare Chiacchieretta bandoneon
Filippo Arlia pianoforte
Musiche di Piazzolla, Bacalov

 

mercoledì 25 maggio
ore 13 Campus center
Workshop internazionale di composizione con Joseph Dangerfield

ore 17.30 Chiesa della Maddalena
Notturo e danze
Saori Haji pianoforte
Musiche di Chopin, Villa Lobos, Ginastera

ore 21 Chiesa di San Domenico
Couleurs du temps
Chesapeake Orchestra Soloists
Aaron Goldman, Karen Johnson flauti
Zachary Silberschlag tromba
Josè Cueto violino
Jennifer Rende viola
Suzanne Orban violoncello
Nancy Roldan pianoforte
Musiche di Beethoven, Fauré, D’Indy, Strauss

 

giovedì 26 maggio
ore 13 Campus center
Workshop internazionale di composizione con Carlo Boccadoro

ore 17.30 Chiesa della Maddalena
Dialogues
Timothy Gill violoncello
David Gompper pianoforte
con la partecipazione di:
Wolfgang David, violino
Nathaniel Silberschlag corno
Zachary Silberschlag tromba
Musiche di Gompper, Smith, Duffy, Shostakovich

ore 21 Chiesa di San Domenico
Tra Europa e America
Marton Kiss pianoforte
Orchestra Filarmonica di Stato della Romania
direttore Jeff Silberschlag
Musiche di Debussy, Gershwin

 

venerdì 27 maggio
ore 17.30 Chiesa della Maddalena
Karen Johnson flauto

ore 21 Chiesa di San Domenico
Capolavori svelati
Sofia Vasheruk pianoforte
Orchestra Filarmonica di Stato della Romania
direttore Nikolay Lalov
Musiche di Rossini, Chaikovskij, Dvorak

 

sabato 28 maggio
ore 13 Campus center
Workshop internazionale di composizione con Peter Farmer

ore 17.30 Chiesa della Maddalena
Flautissimo
con Karen Johnson, Aaron Goldman, Giuseppe Nova e l’American Flute Choir

ore 21 Chiesa di San Domenico
Miti e leggende
Wolfgang David violino
Tim Gill violoncello
Orchestra Filarmonica di Stato della Romania
direttore Jeff Silberschlag
Musiche di Fauré, Stravinskij

 

domenica 29 maggio
ore 11 Chiesa di San Domenico
Prova Generale aperta
Orchestra Filarmonica di Stato della Romania

ore 13 Campus center
Workshop internazionale di composizione con Elliott Miles McKinley

ore 17 Chiesa di San Domenico
Inno alla gioia
La IX Sinfonia di Ludwig van Beethoven
Silvia Mapelli soprano
Giovanni Manfrin tenore
Romina Tomasoni mezzosoprano
Alberto Rota basso
Orchestra Filarmonica di Stato della Romania
direttore Gudni Emilsson
CasaleCoro direttore Giulio Castagnoli maestro collaboratore Andrea Stefenell
Coro polifonico “G.F. Haendel” di Trofarello direttore Gabriele Manassi
Corale “A.Vivaldi” di Cambiano direttore Luisa Mazzone
pianista collaboratore Gianni Conrotto
Coro Eufonè di Ciriè direttore Marco Cordiano direttore artistico Paola Bozzalla

 

Mercoledì 1 giugno
ore 21 Sala Beppe Fenoglio
The Chesapeake Virtuosi
direttore Jeff Silberschlag

Giovedì 2 giugno
ore 17 Sala Beppe Fenoglio
University of Colorado Boulder ensemble

 

Italy&USA · Alba Music Festival
Tredicesima edizione · Thirteenth edition 2016

 

Informazioni
tel. +39. 0173. 362408
info@albamusicfestival.com
www.albamusicfestival.com
ufficiostampa@albamusicfestival.com

 

Ingresso gratuito a tutti i concerti ad esclusione del Concerto Inno alla gioia: la IX sinfonia di Ludwig van Beethoven di domenica 29 maggio alle ore 17 presso la Chiesa di San Domenico di Alba.

Per questo concerto, prenotazione e prevendita presso il tavolo di accoglienza nelle serate del Festival o direttamente sul sito www.albamusicfestival.com con assegnazione automatica dei migliori posti disponibili (pagamento senza diritti di prevendita tramite bonifico, Paypal, carte di credito).

È possibile la prenotazione via email: info@albamusicfestival.com o telefonica, in questo caso i biglietti dovranno essere ritirati nel luogo del concerto entro le ore 16:30.

In caso di disponibilità, i posti rimanenti saranno messi in vendita presso il luogo del concerto il giorno stesso a partire dalle ore 16. È vivamente consigliato avvalersi del servizio di prevendita.
Posto unico: 15 euro, ingresso ridotto per i minori di 14 anni: 10 euro.

Ingresso gratuito previo prenotazione per gli Amici del Festival, per diventare Amici, vedere le modalità su www.albamusicfestival.com

 

Associazione Incontri Musicali Internazionali
Via Alba Monforte 66 – 12060 Castiglione Falletto CN – CF – PI 02986810048