Savigliano: fermato alla stazione 40enne cuneese con 400 grammi di hashish

0
770

Dopo la denuncia di un 18enne marocchino per porto abusivo d’armi, altro controllo concluso con successo presso la Stazione Ferroviaria di Savigliano dalla Polfer: un 40enne cuneese infatti è stato fermato per possesso di droga e, tramite una successiva perquisizione in casa, arrestato per detenzione di sostanze stupefacenti.

 

Il fermo si è svuluppato nell’ambito del servizio di prevenzione e controllo disposto dal Compartimento Polizia Ferroviaria per il Piemonte e la Valle D’Aosta, in collaborazione con la Questura di Cuneo, per la sicurezza della tratta che coinvolge le stazioni di Bra, Savigliano e Fossano. Nel caso specifico, grazie anche alle unità cinofile, è stato individuato e controllato, appunto, um 40enne cuneese che teneva nascosti 400 grammi di hashish nelle tasche della felpa indossata sotto un piumino: l’uomo è stato intercettato mentre attraversava il sottopassaggio della stazione. I successivi accertamenti presso il domicilio del soggetto hanno consentito di rinvenire un bilancino di precisione, un coltello sul quale vi erano tracce della sostanza stupefacente.

 

L’uomo è stato così arrestato per detenzione di sostanza stupefacente e ristretto presso la Casa Circondariale di Cuneo, mentre gli oggetti e l’hashish rinvenuti sono stati sottoposti a sequestro. Nel corso dell’attività di controllo, che ha portato all’identificazione di 26 persone, è stato denunciato anche un 21enne senegalese, regolarmente residente nel cuneese, per i reati di violenza, minaccia, resistenza ed oltraggio a pubblico ufficiale, dopo essersi rifiutato di collaborare durante gli adempimenti necessari alla regolarizzazione del titolo di viaggio.

 

Redazione Ideawebtv.it

 

Leggi anche: 18enne marocchino denunciato per porto abusivo d’armi a Savigliano: Forza Nuova Cuneo chiede maggiori controlli nelle stazioni

 

Leggi anche: Savigliano: 18enne marocchino fermato sulla tratta Torino-Mondovì e denunciato per porto d’armi abusivo | Il giovane, perquisito, portava con sè un manganello telescopico ed una bomboletta spray di gas paralizzante