Torino: scoperta una coppia di coniugi infedeli… con il fisco

0
324

La Guardia di Finanza di Torino ha recentemente concluso un’attività di polizia giudiziaria e tributaria che ha portato alla denuncia all’Autorità Giudiziaria di due coniugi, entrambi liberi professionisti.

 

 

La coppia, abitante in una signorile villetta nell’hinterland chivassese, aveva richiesto ed ottenuto, per entrambi, l’attribuzione della partita I.V.A. per l’esercizio di due distinte attività professionali. I coniugi, come accertato dai Finanzieri della Tenenza di Chivasso che hanno svolto le indagini, nonostante emettessero regolari fatture ai propri clienti, hanno sistematicamente omesso di presentare le dichiarazione dei redditi ai fini delle imposte dirette e dell’I.V.A.,.

 

L’attività delle Fiamme Gialle, focalizzata sull’esame dei rapporti professionali intercorsi dalla coppia negli ultimi tre anni, ha consentito la ricostruzione del volume d’affari dei professionisti, portando alla luce un fatturato complessivo quantificato in 350.000 euro, nonché di I.V.A. non versata all’Erario, per un totale di oltre 62.000 euro.
I coniugi sono stai deferiti all’Autorità Giudiziaria per l’occultamento della documentazione contabile al fine di impedire la puntuale ricostruzione del volume d’affari.

 

 L’altissima attenzione del Corpo a questi fenomeni, quale polizia economico-finanziaria, garantisce la leale concorrenza tra le imprese del territorio ed indirettamente promuove prospettive di crescita sane del mercato del lavoro e della produzione, a tutela delle libertà
economiche di tutti i cittadini.