Accoglienza migranti, a Bra un solo consorzio ha partecipato al bando di gara | Il vicesindaco Fogliati ha specificato che sarebbero al massimo 15 i rifugiati ospitabili

0
170

Durante il Consiglio comunale di Bra, svoltosi martedì scorso, sono state approvate anche tre variazioni di bilancio, una delle quali permetterà, tra le altre cose, il completamento dell’opera relativa alla rotonda di Pollenzo.

É stato inoltre reso noto che un solo operatore di Bra – il Consorzio Cis – ha partecipato al bando di gara indetto dalla Prefettura di Cuneo in merito all’appalto per l’accoglienza di cittadini stranieri e alla gestione dei servizi connessi. Questa la risposta alle due similari interrogazioni poste dai gruppi Bra Domani, Forza Italia e Con Somaglia per Bra. In merito, il vicesindaco Gianni Fogliati ha specificato che il Consorzio, in caso di selezione, metterebbe a disposizione tre alloggi, per un numero massimo di 15 richiedenti asilo o rifugiati.

 

Bra inoltre avrà due nuove città “sorelle”: approvate le due proposte di patti di amicizia con la Contea di Yongchang, in Cina, e con la Città di Saint-Pons, dipartimento delle Alpi dell’Alta Provenza.

 

Rispetto alle code segnalate dal gruppo Bra Domani all’ufficio Tributi in concomitanza con le recenti scadenze di Imu e Tasi infine, il vice sindaco Fogliato ha segnalato come i picchi di accesso fossero in linea con quelli degli anni passati e le richieste di assistenza riguardassero per la quasi totalità il calcolo dell’Imu.