Campionato Italiano di Motocross d’Epoca: buona prova per il cebano Gianni Amerio a Paroldo

0
865

Mercoledì 11 giugno 2014 – Ore 15.05 – Il crossodromo “La Gamellona” di Paroldo ha ospitato nel primo week end di giugno, la terza prova del Campionato Italiano di Motocross d’Epoca FMI di Gruppo 5 e Gruppo 4, messa a calendario dal Moto Club di Cairo Montenotte (SV), che ha visto affluire sul suo impianto oltre centotrenta conduttori, suddivisi in una miriade di categorie.

I box della pista cuneese hanno iniziato a riempirsi già sin dal venerdì mentre al sabato i piloti hanno iniziato ad inanellare, in una calda ed assolata giornata, una lunga serie di prove libere, seguite da quelle cronometrate.
La domenica mattina, dopo una cospicua bagnata del terreno da parte degli uomini del Moto Club Cairo, da lodare per aver preparato alla perfezione il bellissimo percorso fatto di veloci saliscendi, hanno preso il vi, poco dopo le nove, i turni di prove libere, con i primi piloti che hanno trovato il percorso leggermente scivoloso. Il terreno ha però retto perfettamente ed anche nelle ultime manche disputate nel pomeriggio non si è visto sollevare un filo di polvere.
Terminate le prove libere, verso le undici, ha preso il via la prima delle sette manche mattutine, protrattesi sin dopo le tredici. Dopo la sosta riservata al pranzo, nella quale gli organizzatori hanno nuovamente bagnato il terreno di gara, si è ripreso con la serie delle seconde manche delle varie categorie, alcune delle quali accorpate per motivi sia di iscritti, che di tempo.
Quasi tutte le batterie sono state molto combattute, con frequenti cambi di posizione e qualche conduttore ha approfittato dello spazio di tempo concesso tra le varie manche per gareggiare in più categorie.
Le classifiche di giornata, che riportiamo al completo in calce, hanno visto Giuseppe Bazzo prevalere su Massimo Trollo e su Mauro Morvidoni nella A1, con Mirco Borsato unico partecipante nella A2 e Franco Malanchini davanti ad Enzo Quarin ed a Gianfranco Colombari nella A3. Nella E1 Lorenzo Bozzi l’ha spuntata su Roberto Ziglioli e su Roberto Corti.
La Classe B è stata appannaggio di Gianluca Gallingani, che ha preceduto Gianluca Ferrerini e Gaetano Mannello mentre nella C Alessandro Orbati l’ha spuntata su Giuliano Giovanelli ed Aldo Mezzedimi.
Mario Graziani ha vinto la D1 davanti a Massimo Debbi ed a Massimo Marescalchi. Andrea Bisi ha fatto sua la G davanti lasciandosi dietro Luca Iacomini e Cristian Cristofani mentre Franco Ulivi ha regolato Michele Franchini ed il cebano Giancarlo Amerio nella D2. Marco Ferrari ha vinto nella D3 davanti ad Ivano Ferrari ed a Antonio Rummolo.
Passando alle classi della E2, Franco Ulivi si è imposto su Michele Pierucci e su Manuelo Bucci, Stefano Gibertoni è stato primo nella E3 davanti a Massimo Debbi e Franco Cristofani mentre Mattia Iseppi ha fatto sua la E4 precedendo Alessandro Zavaroni e Stefano Colombini. Nella E5 Mattia Masi ha preceduto Ruben Zappolli ed Alessandro Orbati.
Nella F1 Paolo Panti ha preceduto Gianluca Pettinari e Roberto Marchesini mentre Ruben Zappoli ha fatto sua la F2 lasciandosi dietro Mattia Masi e Massimo Pesce.
I piloti del Gruppo 4, la cui classifica viene stilata con un macchinoso conteggio che premia la regolarità di chi si avvicina di più al suo tempo cronometrato sul giro ha salutato vincitore Marco Graziani, che ha preceduto Paolo Torta e Gianluca Gallingani.

 

Dario Malabocchia