La donna uccisa a Fossano: il convivente ha confessato

0
703

E’ stato lui a chiamare i soccorsi. Dietro il folle gesto una convivenza via via più difficile

Mercoledì 7 maggio – 8.45

Avrebbe già confessato in serata Vitantonio Gioia, la guardia giurata 53enne che ieri, intorno alle 15,30, a Fossano, ha colpito e ucciso la compagna, sparandole con la pistola d’ordinanza. Silvana Allasia, 47 anni, era insegnante in una scuola del torinese. La loro convivenza durava ormai da 10 anni, entrambe avevano alle spalle un matrimonio.

Ma ultimamente i rapporti si erano deteriorati, i litigi erano all’ordine del giorno e la separazione forse vicina. Fino al tragico e folle gesto di ieri, mentre i figli della coppia, di 8 e 10 anni, si trovavano in un’altra stanza della casa di frazione San Bernardo.

 

E’ stato lui stesso a comporre il 118, ma i soccorsi sono risultati vani poiché Silvana Allasia era già morta.

Gioia ha poi seguito senza fare resistenza i carabinieri che lo hanno accompagnato in caserma per rispondere alle domande del sostituto procuratore Bolla.

 

Leggi anche:

Fossano: un uomo spara alla moglie

 

Redazione