Il Cinetour Fenomenale passa dal Caffè Sociale di Mondovì

0
74

Dopo il successo della scorsa tappa a Boves del Cinetour Fenomenale, i ragazzi del progetto Fenomenale hanno scelto di replicare e questa volta si sono spostati a Mondovì. Il ritorno alla socialità e all’incontro dal vivo è stato come un’iniezione di adrenalina e ha regalato energie nuove. L’obiettivo resta sempre quello di parlare ai giovani di temi importanti attraverso l’arte, in particolare il cinema.

“Non c’è colpevole peggiore di chi tace però sa/E aver paura è essere complici a metà”. Sono le parole finali della canzone di Mirkoeilcane nonché colonna sonora del film A mano disarmata, tratto dall’omonima autobiografia di Federica Angeli. La Angeli è cronista di cronaca nera e giudiziaria per il quotidiano la Repubblica. Nel 2013 ha avviato un’inchiesta sui legami tra la pubblica amministrazione e la criminalità organizzata romana, che culminerà nell’operazione Alba Nuova con numerosi arresti. Per il suo lavoro sulla criminalità organizzata è stata oggetto di minacce di morte, per questo è sotto scorta permanente dal 2013. Per il suo impegno alla lotta alle mafie nel 2015 il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella le ha conferito il titolo di Ufficiale dell’Ordine al merito della Repubblica Italiana.

La scelta di questo film non è casuale. In primis ci permette di trattare un tema delicato che è quello delle nuove “mafie”. Sono strutture molto simili per organizzazione e modus operandi a quelle cosiddette storiche quali Camorra, Cosa Nostra e ‘Ndrnagheta, ma dal punto di vista giudiziario non sempre rientrano nei canoni per definirle tali e rendono difficile riconoscerle e contrastarle, anche perché spesso coinvolgono figure di mezzo che operano in quella fascia grigia che c’è tra criminalità e Stato. Inoltre ci sembrava importante parlare di una storia al femminile, visto che pochi giorni fa, il 25 novembre è stata la Giornata contro la violenza sulle donne.

La proiezione del film è in collaborazione con l’associazione Mondoquì, una bella realtà che con impegno ha permesso di restituire alla collettività un pezzo di città abbandonato creando il caffè Sociale all’interno della stazione ferroviaria. L’evento si terrà il 3 dicembre 2021 presso il caffè Sociale in piazza Franco Centro 1 a Mondovì. Dalle 19:30 ci sarà la possibilità di gustare un apericena a base di prodotti di Liberaterra (costo 10€) e a seguire alle 20:30 verrà proiettato il film. Per accedere al caffè sarà obbligatorio esibire un Greenpass valido. E’ consigliata la prenotazione al numero 3898408794 (whatsapp). La proiezione del film è gratuita grazie al contributo del CSV (centro servizi per il volontariato).

c.s.