Torna il progetto per le scuole “Trasportati nella storia”: 15 bus gratuiti per visitare il Forte di Vinadio

L’iniziativa della Fondazione Artea, rivolta agli istituti di ogni ordine e grado della provincia di Cuneo, sarà valida per i mesi di ottobre e novembre 2021, maggio e giugno 2022. Prenotazioni entro venerdì 8 ottobre

0
123

Dopo lo stop forzato a causa dell’emergenza sanitaria, la Fondazione Artea ripropone per quest’anno il progetto “Trasportati nella storia – scuole in pullman al Forte di Vinadio”, con cui viene offerto alle scuole della provincia di Cuneo il servizio di trasporto gratuito per visitare l’antica fortezza militare. L’iniziativa, nata nel 2018 grazie alla sponsorizzazione di alcune aziende del territorio e proseguita poi con successo anche nel 2019, con il primo lockdown del 2020 era stata sospesa.

Ora riparte e, nello specifico, la promozione riguarderà 15 pullman da 50 posti che, come da normative anti Covid-19 attualmente in vigore, potranno viaggiare con l’80% dei posti disponibili, ossia trasportando 44 passeggeri compresi gli accompagnatori. Inoltre, i passeggeri di età superiore a 12 anni dovranno essere provvisti di Green Pass.

Il progetto, attivato grazie agli sponsor OMEC di Fossano, Michelin Italiana (stabilimento di Cuneo), con il sostegno di BBNetworks di Bernezzo, Cuny Fire Service di Cuneo, Gonella Lorenzo di Fossano e allo sponsor tecnico Merlo Viaggi di Cuneo, si rivolge alle scuole dell’infanzia, alle scuole primarie, alle scuole secondarie di 1° e 2° grado aventi sede in un raggio di 100 km, tra andata e ritorno, da Vinadio.

Le prenotazioni dovranno pervenire entro venerdì 8 ottobre all’indirizzo info@fortedivinadio.com indicando: il periodo in cui si intende effettuare la gita, il nominativo della scuola e il numero dei bambini/ragazzi che si intendono coinvolgere. A partire da lunedì 11 ottobre la Fondazione Artea darà comunicazione agli assegnatari del servizio. Per maggiori informazioni contattare il seguente numero 340/4962384.

Il progetto di trasporto gratuito permetterà così a seicento bambini e ragazzi di arricchire la propria conoscenza del territorio con la visita di un luogo di grande fascino e interesse culturale – il Forte di Vinadio –, scoprendone la storia e le curiosità, ma anche gli allestimenti multimediali e i percorsi specifici a misura di bambino. Le visite e la fruizione dei percorsi saranno strutturate nel rispetto dei protocolli anti Covid, con ingressi su prenotazione, contingentati e ogni accorgimento a garanzia della sicurezza sanitaria di pubblico e personale.

L’offerta di visite per le scuole, tutte comprensive di guida accompagnatrice e apertura straordinaria del sito, è differenziata a seconda dei diversi ordini e, per i più piccoli, vede la presenza della simpatica mascotte che accompagnerà i bambini in alcune delle esperienze offerte: il Colombo Tino, sergente del Fortino.

Per la scuola materna, con la proposta “Sua maestà il Forte”, i bambini saranno guidati dalla mascotte, il Colombo Tino, alla scoperta della storia della fortezza con l’ausilio di un libro-poster creato da ognuno (costo: € 6/bambino). Ne “Il contrabbandiere del Forte”, invece, i bambini saranno coinvolti in una vera e propria caccia al tesoro sui materiali tipici del contrabbando: sale, riso, lavanda… (costo: € 8/bambino).

Gli itinerari rivolti invece alla scuola primaria sono tre: “Il diario del soldato” per scoprire il Forte in compagnia del sergente Tino (costo: € 6/bambino); “Percorsi multimediali in rima”, percorso in cui si procede grazie alla comprensione di indizi forniti dalla cartina e da filastrocche (costo: € 5/bambino); la caccia al tesoro a tema “Il contrabbandiere del Forte” (costo: € 8/bambino).

Per le scuole secondarie di primo e secondo grado, infine, sono previste: la “Visita guidata del Forte” sulla storia del Forte tra l‘800 e il ‘900 (costo: € 4/studente) e la visita “Montagna in movimento + Messaggeri alati” con guida lungo il percorso multimediale alla mostra interattiva (costo: € 5/studente).

c.s.