Sono 36 i domiciliati a Bra attualmente positivi al Covid

0
239
gianni fogliato bra
Gianni Fogliato, sindaco di Bra (foto di repertorio)

Come indicato dalla mappa della Regione sull’andamento del contagio in Piemonte, aggiornata a giovedì 29 luglio, sono 36 i domiciliati a Bra attualmente positivi al Coronavirus. Nessun braidese è, al momento, ricoverato all’ospedale “Michele e Pietro Ferrero” di Verduno.

Registriamo purtroppo un forte incremento di contagi che riguardano ancora la fascia dei più giovani, in particolare under30 e adolescenti (circa l’84%) – commenta il sindaco Gianni Fogliato –. Il lavoro proficuo del servizio di Igiene dell’Asl, con cui siamo in costante contatto, ha permesso di identificare nel dettaglio le relazioni tra i casi positivi che risultano perlopiù riferibili ad ‘arrivi’ da soggiorni di vacanza in Italia o all’estero, che hanno causato contagi a catena con i contatti più stretti. La maggior parte delle positività attualmente conteggiate è dunque frutto del serrato lavoro di tracciatura da parte dell’Asl, che ha permesso di isolare anche i casi di familiari senza sintomi. Fortunatamente, a quanto ci risulta, per ora, non ci sono persone con sintomi seri. Faccio un appello ai giovani e alle famiglie, in particolare, per sottolineare l’importanza di rispettare e far rispettare le misure di prevenzione dal contagio, mascherina e igienizzazione, per bloccare il diffondersi del virus. Inoltre, per potenziare l’efficacia della campagna vaccinale che è oggi il principale strumento in nostro possesso, è stata estesa anche ai ragazzi tra i 12 e 19 anni la possibilità di accesso diretto ai punti vaccinali del nostro territorio (Verduno, Bra e Alba) senza prenotazione. Riprendo convintamente le parole del presidente Mattarella pronunciate nei giorni scorsi: ‘La libertà è condizione irrinunciabile ma chi limita oggi la nostra libertà è il virus non gli strumenti e le regole per sconfiggerlo'”.

Come già stabilito dalla scorsa settimana per gli over60 e il personale scolastico, nella nota dell’Asl si precisa che le dosi saranno somministrate compatibilmente con la disponibilità di vaccini e di eventuali posti liberi e con la conciliabilità tra tipo di vaccino utilizzato durante la seduta e fascia d’età del paziente, la vaccinazione potrà essere effettuata sul momento o, in alternativa, al soggetto verrà fissato un appuntamento per una seduta successiva. Resta, in ogni caso, attiva la prenotazione attraverso il portale regionale Il Piemonte ti Vaccina.

cs