“Raccontami di te”, ovvero i ricordi della Vernante che fu

Il progetto nasce per coinvolgere gli abitanti del paese nel processo collettivo di valorizzazione delle tipicità locali e delle bellezze del territorio

0
222
vernante

In loco, la residenza d’artista di Imaginé piccolo festival della narrazione per figure
originariamente prevista a Vernante per maggio 2020 nell’ambito del bando della Fondazione CRC ‘Residenze d’Artista’, deve ancora fare i conti con l’emergenza sanitaria che ha spinto l’associazione noau, officina culturale, sua promotrice insieme a Comune di Vernante e Ente Aree Protette Alpi Marittime, a riprogrammarla per l’estate 2021.

Se l’illustratore Marco Paschetta, il protagonista della residenza, produrrà la sua rappresentazione del genius loci di Vernante soltanto nei prossimi mesi, un importante lavoro preparatorio è stato svolto dagli alunni delle scuole secondarie di Vernante grazie al progetto “Raccontami di te!”.

Il progetto, ideato dalla curatrice artistica di In loco Monica Monachesi e coordinato dall’insegnante referente dell’Istituto Comprensivo di Robilante Martina Giorgis, ha portato gli studenti coinvolti a vestire i panni dei fotoreporter, intervistando e fotografando chi il territorio di Vernante l’ha vissuto e guardato prima di loro come i nonni e gli zii con l’obiettivo di individuare lo spirito del luogo.

Agli intervistati gli studenti hanno chiesto di condividere ricordi, frasi preziose, tracce del tempo passato. Un laboratorio di disegno che, normativa Covid-19 permettendo, verrà proposto in presenza entro la fine dell’anno scolastico, trasformerà il materiale raccolto nell’allestimento di un’esposizione conclusiva dedicata al territorio inteso come memoria, racconto, visione che si intitolerà “Raccontami di te”.

Tra i tanti racconti di una Vernante che fu ritornano in modo ricorrente i ricordi delle case piccole e in pietra, della vetreria in piena attività con il suono della sirena che decretava l’inizio e la fine dei turni di lavoro, i negozietti, le tante famiglie con i bambini, il giocare
per strada, anche nella strada statale, dove d’inverno ci si divertiva con la slitta e con gli sci.

Immancabili i ricordi legati alla Festa dell’Assunta, con la presenza di una sola giostra, quella delle catene, e dell’albero della cuccagna. “Raccontami di te!” si colloca all’interno delle azioni previste dalla residenza d’artista In loco per coinvolgere gli abitanti di Vernante nel processo collettivo di valorizzazione delle tipicità locali, delle bellezze del territorio, del contesto storico e culturale in cui il centro storico si inserisce, nonché delle tradizioni, dei saperi, dell’oralità, della toponomastica.

c.s.