Case di Riposo: a Trinità vaccinati gli operatori, a Sant’Albano non c’è ancora una data precisa

A Trinità vaccinati gli operatori tra sabato e ieri, mentre a Sant'Albano l'ASL deve ancora comunicare la data alla struttura

0
413

Nel Soggiorno per Anziani di Trinità tra sabato e ieri sono stati vaccinati gli operatori della struttura. Per quanto riguarda gli ospiti non c’è ancora una data ufficiale, perché il personale sta raccogliendo le autorizzazioni da parte delle famiglie degli ospiti per poter consegnare i dati all’ASL per poi poterli vaccinare. Al momento a Trinità non c’è una vera e propria stanza degli abbracci, ma è presente un plexiglas che permette agli ospiti di dare la mano ai propri famigliari. La struttura continua ad essere Covid free.

Invece nella Casa di Riposo Ida Pejrone di Sant’Albano le vaccinazioni non sono ancora partite per coloro che hanno aderito; l’ASL darà le date alla Struttura in base al proprio calendario. “Al momento non ci risulta che qualcuno abbia deciso di non vaccinarsi  sia negli ospiti che nel personale” – spiega Claudio Audetto – “Ora siamo ancora una struttura Covid free e domani faremo i tamponi rapidi come da protocollo, sperando che rimangano negativi”.

Pian piano nel territorio cuneese stanno arrivando le stanze degli abbracci per permettere agli anziani di vedere e toccare i propri famigliari, ma a Sant’Albano per ora non c’è per problemi logistici: “Per ora non è prevista perché non sappiamo dove metterla, fuori no perché la stagione non accompagna e neanche dentro perché non abbiamo una stanza per poterla contenere. Stiamo valutando se riaprire le visite ai parenti”, conclude Audetto.