L’assessore regionale Icardi sui test antigenici: “Il riconoscimento del Ministero sgombera il campo dalle speculazioni”

"Si tratta di strumenti di strategica importanza nel tracciamento del contagio ed era necessario fare chiarezza"

0
298
L'assessore regionale Luigi Genesio Icardi

«Accolgo con soddisfazione l’esito del confronto con il Ministero che riconosce la validità dei test antigenici nella definizione di caso Covid-19, nel solco delle indicazioni europee già recepite dal Piemonte e dall’Istituto superiore di Sanità e fatte proprie dalla Commissione Salute. Si tratta di strumenti di strategica importanza nel tracciamento del contagio ed era necessario fare chiarezza, dopo che il Bollettino nazionale aveva escluso dalla pubblicazione i test antigenici, peraltro regolarmente considerati nei report settimanali dallo stesso Istituto superiore di Sanità. La Regione Piemonte ha sempre comunicato i dati della pandemia in modo rigoroso e rispettoso delle norme, ringrazio il Ministero che, coinvolgendo le Regioni nella stesura della nuova circolare sull’utilizzo dei test antigenici, ha permesso di sgomberare il campo da miserabili speculazioni statistiche e politiche».

Così l’assessore regionale alla Sanità del Piemonte e coordinatore nazionale della Commissione Salute, Luigi Genesio Icardi, in merito alla bozza definitiva del documento concordato con il Ministero della Salute sull’aggiornamento della definizione di caso Covid-19 e sulle strategie di testing del virus, riportante l’esito dell’elaborazione delle osservazioni inviate dalla Commissione Salute.

cs