Amatori Basket Savigliano: primi bilanci del progetto “Minibasket per tutti”

L'iniziativa del sodalizio saviglianese, basata sull'idea di sport come bene comune, prevede corsi gratuiti per tutti i bambini che vogliono provare la palla a spicchi

0
167

A circa un mese dalla ripresa dell’attività sportiva è tempo di primi bilanci in casa Amatori Basket Savigliano. Con grande impegno da parte di tutta la Società, e grazie al prezioso supporto dello Sponsor Futur Service Srl, quest’anno è stato avviato con altrettanto orgoglio il progetto “Minibasket per tutti”, con l’ambizioso intento di rendere possibile a tutti i bambini di Savigliano e del territorio limitrofo praticare la pallacanestro “a costo zero”.

Le spese inerenti il tesseramento dei ragazzi presso la FIP, i rimborsi degli istruttori, il costo del materiale tecnico fornito ai ragazzi e gli eventuali oneri per le Palestre (questi solo nei “Centri Esterni” e non su Savigliano, dove il prezioso contributo del Comune ha fatto si che le Palestre venissero concesse gratuitamente) sono stati interamente coperti dalla Società, di fatto permettendo a tutti di venire in palestra e praticare la pallacanestro gratuitamente, senza alcuna spesa.

Amatori basket saviglianoQuesto grosso sforzo è stato mosso da un principio profondamente radicato in tutta la Dirigenza della Amatori Basket Savigliano, impegnatasi al massimo per la buona riuscita del progetto: lo sport è un bene di tutti, e specialmente in questo periodo storico dove i ragazzi, fin da bambini, nella maggior parte dei casi passano gran parte del loro tempo libero in casa, giocando allo smartphone piuttosto che davanti alla televisione, era necessario dare a tutti la possibilità di apprezzare le emozioni e gli ideali del gioco e dello sport, in questo caso specifico del basket.

Un altro principio importante del progetto di Amatori Basket Savigliano è l’uguaglianza: l’abbigliamento viene fornito dalla Società, i ragazzi sono vestiti tutti uguali e il servizio è il medesimo per tutti. In palestra, agli occhi dell’istruttore, dei compagni e dei genitori, i ragazzi sono tutti uguali.

Il “capo tecnico” del progetto è Andrea Fiorito, coordinatore del Settore Giovanile biancorosso e Responsabile Minibasket: è affidato a lui il coordinamento dei vari Istruttori, sia a Savigliano che nei numerosi “Centri Esterni” delle Pantere. Lui stesso è l’Istruttore per il gruppo Aquilotti (4° e 5° elementare) a Savigliano, che quest’anno ha fatto registrare un numero di iscrizioni considerevole.

“Credo che il successo del nostro progetto – dichiara Fiorito – sia legato a più fattori. Il più importante, quello che ci rende più orgogliosi, è l’ideale con cui è stato realizzato. Numerose famiglie hanno supportato e sottoscritto il nostro messaggio: lo sport è di tutti! Essere stati in grado di offrire questo servizio senza chiedere un esborso alle famiglie ha permesso a tanti di avvicinarsi allo sport, anche a quelle famiglie per cui la quota dello scorso anno (50€) poteva, giustamente, rappresentare un ostacolo.

In secondo luogo credo che abbia giocato un ruolo fondamentale il passaparola. Molti bambini si sono uniti con il passare delle settimane, coinvolti dai compagni che frequentavano il corso, che, credo, gliene abbiano parlato bene!”.

A seguire i gruppi Pulcini (ultimo anno di asilo e 1° elementare) e Scoiattoli (2° e 3° elementare), di Amatori Basket Savigliano, è invece Andrea Gallo, studente ISEF, Allenatore di Base e Istruttore Minibasket. La qualità del servizio, che parte inevitabilmente dagli istruttori, è infatti un altro punto focale del progetto.

Gli sforzi economici per garantire un numero di istruttori adeguato in tutti i nostri gruppi (con le restrizioni Covid infatti il rapporto istruttori/bambini è aumentato, n.d.r.) è notevole – commenta il Presidente Marco Testa – ma oltre alla quantità quest’anno abbiamo voluto ulteriormente incrementare la qualità del nostro progetto. Andrea Gallo, e ovviamente anche “Fiori”, hanno tutte le carte in regola per svolgere ottimamente questo lavoro: giovani, qualificati e in grado di coinvolgere al massimo i bambini!”. 

Il successo sul territorio saviglianese è stato replicato con altrettanti buoni risultati nei cinque “Centri Esterni”: Scarnafigi, Monasterolo, Genola, Villafalletto e Levaldigi. Qua, gli istruttori della Società svolgono attività una volta a settimana, permettendo ai bambini/e e ragazzi/e del paese di svolgere attività sportiva direttamente nella palestra cittadina.

A differenza di quanto succedeva gli scorsi anni, dove la quota di partecipazione al corso era sensibilmente più alta rispetto a quella dei coetanei saviglianesi (a causa di costi di affitto delle palestre maggiori), quest’anno si è deciso di coinvolgere anche i paesi limitrofi nei progetto “Minibasket per tutti”, rendendo gratuito il corso.

Ultimo, ma non per importanza, il corso “Baby Basket”: partito quest’anno per i bimbi del 2016/2017 ha registrato ottimi numeri. Il corso, affidato ad Andrea Giannotto, non ha come elemento centrale il basket quanto più la psicomotricità di base, con giochi ed esercizi pensati per permettere ai bambini di acquisire le capacità motorie di base, divertendosi con i loro piccoli coetanei.