Il Festival Passepartout si arricchisce: al via la prima edizione del concorso “Parole in bottiglia”

0
414
Ph_Genny Coppola

Il Festival Passepartout si arricchisce di un nuovo tassello: novità dell’edizione 2020 è il concorso “Parole in bottiglia”, dedicato a scrittori e poeti di tutte le età, realizzato in collaborazione con Bosca Spumanti di Canelli.  

L’iniziativa nasce sull’onda del grande successo dell’appuntamento letterario settimanale dedicato all’Alfabeto della bellezza, ideato e condotto dall’attrice Chiara Buratti in collaborazione con le pagine Facebook della Biblioteca Astense e di Passepartout Festival, che nelle ultime puntate è arrivato a superare le tremila visualizzazioni. L’idea è quella di raccogliere dei piccoli “messaggi in bottiglia” letterari e veicolarli anche grazie alla rete.

Per partecipare a “Parole in bottiglia” è possibile inviare una poesia (massimo 30 versi) o un racconto breve (massimo 2.000 caratteri spazi inclusi) incentrati sul tema dell’edizione 2020 di Passepartout, il Proibito, a partire dal 20 luglio all’indirizzo [email protected] . Ogni scrittore potrà inviare al massimo 2 poesie o 2 racconti brevi, inediti e liberi da vincoli editoriali, entro e non oltre il 14 agosto. Il materiale che non rispetterà le indicazioni sopra riportate non sarà tenuto in considerazione.

Il materiale verrà valutato da una giuria di qualità che sceglierà 15 testi finalisti per la sezione poesia e 15 per la sezione racconti. Le 30 opere finaliste verranno lette da Chiara Buratti durante 5 appuntamenti settimanali online sulle pagine Facebook della Biblioteca e di Passepartout Festival, in una sorta di prolungamento dell’Alfabeto della bellezza. Anche il pubblico avrà un ruolo importante perché potrà contribuire per il 50% alla designazione dei vincitori votando in appositi poll che verranno aperti ogni settimana sui social. Le trasmissioni online si terranno tra il 29 agosto e il 26 settembre ogni sabato alle 17. Verranno lette 3 poesie e 3 racconti a puntata.  A decretare successivamente i vincitori di ogni categoria sarà quindi per il 50% la giuria di qualità e per l’altro 50% il pubblico.

Verranno quindi selezionati 6 vincitori, tre per la categoria Poesia e tre per la categoria Racconti brevi. In sei giornate del Festival Passepartout, che si terrà dal 3 all’11 ottobre al Palco 19 di Asti, prima degli incontri in calendario verrà letto sul palco da Chiara Buratti un testo vincitore e consegnato il premio a uno dei vincitori.

Il premio consisterà in una speciale “bottiglia letteraria” realizzata da Bosca Spumanti: ogni poesia e racconto sarà riprodotto su una bottiglia realizzata ad hoc che costituirà una copia unica e da collezione.

Si ringrazia Bosca Spumanti di Canelli per il sostegno sia al concorso che al festival Passepartout.

Per maggiori informazioni: www.passepartoutfestival.it

cs