Calcio Femminile in Piemonte: dietro la Juventus, molte le squadre a rischio. Ma ci sono anche delle novità…

0
410

Che belli i tempi quando nei campionati nazionali di calcio femminile trovavamo ben sei squadre cuneesi: dal Cuneo in Serie A all’Alessandria passando per Alba, Musiello Saluzzo, Torino e Luserna San Bernardo, tutte in Serie B a giocarsi la promozione eccezion fatta per Alessandria e Torino.

Era l’ormai lontana, ma neanche tanto, stagione 2014/2015 ed appena 6 anni dopo ci si ritrova con la sola Juventus Women, Campione d’Italia in carica, a rappresentare il calcio femminile piemontese nei top campionati nostrani.

Una vera a propria ecatombe per le squadre sabaude con Cuneo ed Alba che hanno chiuso i battenti, Alessandria e Torino discese in Serie C ed il tandem Musiello Saluzzo-Luserna San Bernardo che hanno disputato l’ultimo campionato di Eccellenza.

Ma per quanto riguarda la prossima stagione? Forse sarà ancora peggio. Le voci che si rincorrono su radio mercato parlano di molte rinunce di categoria o, addirittura, di chiusure societarie.

Il Canelli Sds, dopo una media stagione in Serie C, ha deciso di chiudere i battenti del reparto femminile non senza polemiche sui social. Restando nella zona astigiana-alessandrina la Novese, neo retrocessa dalla Serie B, dovrebbe rinunciare al campionato Interregionale per ripartire dall’Eccellenza.

Non dovrebbero iscriversi alla Serie C neanche Biellese, seconda classificata nella scorsa stagione alle spalle del Como, dopo il mancato ‘deal’ con la compagine maschile cittadina, ed il Luserna San Bernardo fresco vincitore del campionato di Eccellenza girone B: per entrambe il rischio è quello di ripartire dall’ultima categoria regionale.

Non dovrebbero avere problemi ad affrontare il campionato di Serie C, invece, Torino Women, Juventus Torino e Pinerolo.

Ancora tutto da decifrare, invece, il futuro delle squadre nel campionato di Eccellenza che ogni anno è un autentico rebus. Per quanto riguarda le squadre cuneesi Area Calcio Alba Roero, Racco ’86 e Giovanile Centallo saranno regolarmente ai nastri di partenza della prossima stagione mentre ancora nessuna notizia giunge dalla Musiello Saluzzo che ha salutato l’ultima annata con una mancata presentazione della squadra in Coppa Piemonte.

La grande notizia positiva arriva, invece, dal Fossano che aprirà le porte alla prima squadra che, sotto la supervisione della Responsabile Eva Callipo, si iscriverà al campionato di Eccellenza.

In tutto questo marasma c’è da capire il futuro del Torino F.C. di patron Urbano Cairo che, salvo clamorosi dietrofront, dovrebbe dar seguito alle formazioni giovanili con una prima squadra.

Le occasioni per acquisire un titolo sportivo per partire dalla Serie C, con tutte queste possibili defezioni e squadre in difficoltà, sono numerose ed i dirigenti granata stanno vagliando le varie possibilità.