Promozione della salute: progetto “La vita è fatta a scale … meno male!”

Iniziativa realizzata da Asl CN1 e dall’indirizzo Grafica e pubblicità dell’Istituto Cravetta-Marconi di Savigliano

0
150

Aumentare il numero di persone che nelle strutture utilizzano le scale, rinunciando all’ascensore e aumentare la consapevolezza dell’efficacia dell’attività fisica nel mantenimento della salute. Sono gli obiettivi del progetto “La vita è fatta a scale … meno male!”, avviato dal Servizio di promozione della salute dell’Asl CN1, in collaborazione con le classi 5A e 5B dell’Istituto Cravetta-Marconi di Savigliano, indirizzo Grafica e pubblicità (professori Marco Filippa e Monica Lerda) nell’anno scolastico 2019/2020.

Silvia Cardetti è la psicologa referente per l’Asl: “Si tratta di un progetto di marketing sociale: gli studenti del Cravetta, dopo un percorso di formazione, hanno realizzato alcuni poster che invitano a usare le scale. I migliori saranno pubblicati sui social network dell’Asl e tutto il materiale sarà disponibile sulla pagina dedicata del sito Internet. I poster saranno quindi messi a disposizione di tutti gli Enti che vorranno personalizzarli ed utilizzarli per promuovere l’uso delle scale negli edifici di propria pertinenza”.

Perché promuovere l’attività fisica?

L’efficacia dell’attività fisica nella prevenzione delle malattie cardiovascolari e metaboliche, come la cardiopatia ischemica, l’obesità e il diabete, e di numerose altre patologie è ormai accertata e comprovata da numerosissimi studi pubblicati in letteratura internazionale. Inoltre l’attività fisica accresce la longevità, produce una sensazione di benessere corporeo e aumenta l’autostima nei soggetti che la praticano regolarmente. Anche nella nostra realtà, la sedentarietà è uno dei principali fattori di rischio cardiovascolare, insieme a eccesso ponderale e abitudine al fumo: è il principale fattore di rischio comportamentale per il 64% della popolazione degli ultra 65enni. Solo il 27% degli adulti è fisicamente attivo.

L’uso delle scale

Nell’ambito degli interventi cui si ricorre per diffondere la cultura del movimento risulta particolarmente interessante l’uso delle scale, che consente di aumentare il dispendio energetico giornaliero (circa 10 calorie al minuto per una persona di 70 chili) senza perdite di tempo o costi economici di qualche tipo.  E gli interventi di promozione dell’uso delle scale mediante l’affissione di cartelli rientrano tra quelli dimostrati efficaci dagli studi pubblicati in letteratura, in contesti diversi e con persone di entrambi i sessi sia normopeso che obese, e possono aumentare l’utilizzo delle scale anche del 50% o più. A questo scopo un importante settore di intervento per la promozione dell’attività fisica, finora relativamente trascurato in Italia, è quello dell’ambiente lavorativo, dove gli adulti trascorrono al lavoro mediamente il 60% delle ore di veglia e ciò condiziona pesantemente la quantità di tempo dedicato ad attività sedentarie.

Alcuni poster saranno pubblicati sulla pagina Instagram dell’Asl CN1 (aslcuneouno) e Facebook (aslcn1insalute). Tutto il materiale potrà essere invece consultato sul Portale dell’Asl.