Alba: premiati i ragazzi che hanno partecipato al concorso i ’23 giorni della Città di Alba’ (FOTO e VIDEO)

Il concorso ha messo in scena le capacità artistiche degli Studenti del liceo Artistico Pinot Gallizio, i quali hanno realizzato dei mafesti celebrativi. Lo scopo è di commemorare i giovani che 75 anni fa sacrificarono la loro vita per poterci concedere il diritto della libertà.

0
216

E’ avvenuta oggi, presso il Palazzo Comunale di Alba, la premiazione del concorso “23 giorni della Città di Alba“. Una manifestazione promossa dall’Assessorato alla Cultura di Alba, al fine di celebrare  il 75° Anniversario dei “23 giorni della Città di Alba” e il settantennale del conferimento della Medaglia d’Oro al Valore Militare.

Il concorso ha visto la partecipazione delle classi 4^ e 5^ indirizzo figurativo del liceo Artistico di Alba Pinot Gallizio, i quali hanno elaborato dei manifesti celebrativi utilizzando il metodo grafico oppure tramite la pittura. Di conseguenza, la giuria, composta dal Sindaco Carlo Bo, l’ingegnere Enzo De Maria, Antonio Buccolo, l’artista Daniele Cazzato, Roberto Cerrato e l’Assessore Carlotta Boffa, ha analizzato gli elaborati, attribuendo i primi tre posti per entrambe le categorie. I vincitori dei terzi secondi posti si sono aggiudicati un buono di 40 e 60 euro da poter utilizzare presso la cancelleria “Il Papiro” di Alba. Per i primi posti, oltre al buono da 100 euro da poter consumare nel medesimo punto vendita, anche il volume “ALBA, Itinerari di Architettura storica e Cultura Figurativa tRa Antichità Romana e Primo Novecento” (San Giuseppe edizioni).

A seguire, la classifica dei vincitori e il commento dei giudici

Categoria ARTE GRAFICA:

3° classificato Scognamiglio Ruben (sfortunatamente assente alla premiazione)

“Un bellissimo gioco di sintesi. Ci ha donato un’immagine fresca e capace di creare una nuova speranza”

 

 

 

2° classificato Merlo Lorenzo

“Un dinamismo grafico e cromatico, che in stile cinematografico racconta che non dobbiamo dimenticare un luogo dell’azione partigiana molto importante. La costruzione dell’aeroporto di Vesime, che ha creato per il nostro territorio il ‘volo’ verso la libertà”

 

 

1° classificata Gardea Emma

“L’equilibrio formale, la capacità di evocare il sentimento dell’epoca attraverso la delicatezza delle scelte cromatiche. La libertà manifesta negli sguardi partigiani, che si riflette tra uomo e natura”

 

 

Categoria ARTE PITTORICA

3° classificato Ortega Jo (parimerito)

“L’accostamento alla famosa opera di Pablo Picasso alla città di Alba, inserendo i simboli: angelo, leone, bue e aquila, vuole rappresentare il senso di libertà assoluta, ripronendo quel valore di speranza a cui ambivano i giovani di allora”

 

 

3° classificato Baldi Emma (parimerito)

“Il contrasto dei colori: lo scuro della lotta e la luce che illumina quest’uomo e questa donna indicano la direzione nel solco del sacrificio. La ripresa agli albori della pittura che diventa manifesto, la capacità dell’arte di diventare rappresentazione sociale”

 

 

2° classificata Stefanoska Anja

“Bellissimo esempio di manifesto che nella semplicità espositiva innesca un rapporto diretto tra l’osservatore e l’autore. Il messaggio equilibrato e completo degli elementi che hanno caratterizzato i 23 giorni della città di Alba”

 

 

1° classificato Sossi Jacopo

“L’abbraccio d’amore del partigiano per la sua città, nel proteggerla, il colore diventa vita e prospettiva di rinascita”

 

 

 

Rimanendo in tema di commemorazioni, l’Assessore alla Cultura Carlotta Boffa ha ricordato un ulteriore evento. Mercoledì 20 Novembre alle ore 9.00, presso l’Istituto Enologico ‘Umberto I’, verrà posta una targa in memoria del giovane Pasqualino Busso, che all’età di 16 anni venne fucilato dai nazisti.

Al termine della premiazione, sono giunti anche gli studenti dell’Accademia Alberghiera di Alba e dell’Arte Bianca di Neive, che hanno contribuito preparando torte e dolci traendo ispirazione dai racconti e dai libri che narrano i giorni della Resistenza.

Nel video, l’intervista a Carlotta Boffa