Primo Consiglio Comunale dell’ “era Bo” tra emozioni e prime schermaglie (FOTO e VIDEO)

0
718

Pubblico delle grandi occasioni, molta emozione e prime schermaglie nel primo Consiglio Comunale dell'”era Bo” ad Alba. Sono stati tantissimi gli albesi che hanno risposto presente alla cerimonia di insediamento di Carlo Bo a sindaco di Alba dopo dieci anni di governo Marello, ed il neo primo cittadino non ha nascosto l’emozione, soprattutto al momento della dedica della carica al padre scomparso dopo il giuramento di rito sulla Costituzione italiana.
Quindi le prime scintille con il rivale delle ultime elezioni Olindo Cervella che, nel suo intervento, aveva affermato come “…da imprenditore a imprenditore mi aspettavo che il Sindaco riuscisse a formulare la Giunta in tempi più brevi”.

Immediata la replica del neo sindaco “Da oggi si incomincia naturalmente a lavorare. A Olindo Cervella dico che aveva ragione De Gasperi quando diceva che politica vuol dire anche realizzare ed ora è il momento di iniziare a realizzare. E’ vero che dalla mia proclamazione sono passati 15 giorni, ma fare il sindaco non significa amministrare un’azienda, bisogna analizzare le condizioni, ponderare, confrontarmi con la mia squadra e poi dopo partire, però nel frattempo la macchina amministrativa non si è fermata. Ed è vero che mi sono trattenuto 12 deleghe, tante quante se ne era trattenute il sindaco Marello nel 2014”.

Si è quindi proceduto con la surroga dei consiglieri dopo la nomina degli assessori. Al vicesindaco Emanuele Bolla sono toccate le Politiche Giovanili, Quartieri e Frazioni, Informagiovani; Elisa Boschiazzo si occuperà di Politiche Sociali e Famigliari, Servizi Sociali, Istruzione e Decentramento universitario; Cultura e Gemellaggi, Pari Opportunità, Ufficio della Pace, Canile municipale sono toccate a Carlotta Boffa; il rappresentante della Lega Marco Marcarino avrà il compito di occuparsi di Polizia Municipale, Ambiente e Commercio, Sicurezza; il commercialista Bruno Ferrero si occuperà di Programmazione e Bilancio, Finanza, Servizi Pubblici in Concessione, Consorzi, Aziende e Società partecipate; Massimo Reggio si occuperà di Lavori Pubblici e Trasporti, Protezione Civile, infine Fernanda Abellonio sarà assessore a Urbanistica ed Edilizia Privata. Come detto il sindaco Bo si è trattenuto dodici deleghe tra le quali Turismo e manifestazioni, sport, agricoltura e innovazione tecnologica.

Alla luce di queste nomine sono entrati in Consiglio Comunale Sebastiano Cavalli (Alba 2019), Olinto Magara (lista Carlotta Boffa), Mario Sandri e Stefania Balocco (Forza Italia), Italo Magliano e Gabriele Mutti (Lega) e Nadia Gomba (Per Alba Cirio).
Il passaggio successivo è stata la nomina dei gruppi consiliari con relativi capogruppi. Per la Lega, capogruppo sarà Elena Alessandria (in Consiglio con Lorenzo Barbero, Maria L’Episcopo, Gabriele Mutti e Italo Magliano), Per Alba Domani capogruppo sarà il “campione di voti” del centrodestra Daniele Sobrero con i colleghi Mario Fugaro, Clelia Vezza e Gionni Marengo. Capogruppo di Forza Italia sarà Mario Sandri, in Consiglio insieme a Stefania Balocco; Per Alba Cirio sarà guidata da Nadia Gomba mentre l’altra lista civica “Carlotta Boffa” avrà in Olinto Magara il capogruppo. Infine Sebastiano Cavalli sarà il rappresentante di “Alba 2019”. All’opposizione saranno quattro i gruppi, un primo “Impegno per Alba” capeggiato da Olindo Cervella”, quindi “Con Cervella Alba Attiva e Solidale” guidato da Anna Chiara Cavallotto, “Alba Città per Vivere” rappresentato da Fabio Tripaldi e il PD guidato da Alberto Gatto.

Per quanto rigaurda il Presidente del Consiglio Comunale, fumata bianca dopo tre votazioni con carica assegnata a Domenico Boeri e vice presidenza a Elena Di Liddo.

Tutte le immagini dell’incontro nella Fotogallery di Alice Ferrero Image per Ideawebtv.it

Le parole del sindaco Carlo Bo nel Video di Ideawebtv.it