Presentata a Pollenzo la ventisettesima Bra Bra Specialized (VIDEO e FOTO)

Granfondo internazionale e amatoriale di ciclismo che attraversa le strade dei castelli e dei grandi vini: prenderà il via domenica 28 aprile da piazza Vittorio Emanuele II, nel cuore del borgo pollentino, tra la chiesa di San Vittore e l'Agenzia

0
1038
Da sinistra: Bruna Sibille, Andrea Gallo, Sandro Stevan, Massimo Borrelli e Marina Isu, consigliere comunale braidese (foto Danilo Lusso - Ideawebtv.it)

Sarà un’edizione, come sempre del resto, in grande stile.

La ventisettesima Bra-Bra Specialized, dalle Langhe al Roero e Terre Patrimonio Unesco, la Granfondo internazionale e amatoriale di ciclismo che attraversa le strade dei castelli e dei grandi vini, è stata ufficialmente presentata ieri sera all’Albergo dell’Agenzia in frazione Pollenzo di Bra. La kermesse a due ruote che prenderà il via domenica 28 aprile 2019 da piazza Vittorio Emanuele II (sede, anche, dell’arrivo, da via Carlo Alberto ndr), nel cuore del borgo pollentino, tra la chiesa di San Vittore e l’Agenzia. Un borgo fortemente rivalutato e trasformato, grazie alla spinta del Comune di Bra e di Slow Food.

Granfondo (159 km), mediofondo (108 km) e corto (67 km), sono tre i percorsi a disposizione degli oltre 1800 atleti già iscritti, con quota 2400 (record dell’edizione 2017) come obiettivo da raggiungere e superare. Non solo domenica 28, perchè ci saranno tanti eventi collaterali che arricchiranno la manifestazione (come la Bra-Bra per i più piccoli, in programma sabato 27) sapientemente curata dal braidese Sandro Stevan, presidente del comitato organizzatore. In gara, il plurivincitore Andrea Gallo e “grandi nomi” del panorama ciclistico italiano e internazionale.

Bra-Bra Specialized, inserita nell’Unesco Cycling Tour, devolverà il ricavato della vendita di alcuni pettorali speciali, anche, alla sezione braidese della Lega Italiana Lotta Tumori (Lilt).
Presenti alla conferenza, tra gli altri: Bruna Sibille (sindaco di Bra), il vice con delega allo Sport Massimo Borrelli, Massimo Garavelli (responsabile mercato Nord Ovest Specialized Italia).

Sibille: “Manifestazione andata in crescendo. Alla chiusura del mio mandato amministrativo, sono veramente orgogliosa che la Bra-Bra, grazie al meticoloso lavoro che c’è dietro le quinte, sia diventata una tra le quindici granfondo più importanti a livello italiano. Unisce l’aspetto sportivo, quello enogastronomico, quello paesaggistico, quello turistico. Una possibilità, vera, di sviluppo del nostro territorio“.

Borrelli: “Intervengo con emozione. Insieme a Cheese, la Bra-Bra è una delle due manifestazioni più importanti della nostra città. Grazie Sandro per il lavoro che stai facendo, così come il tuo validissimo staff e a tutti i volontari. Tre anni fa, con il 25°, la volontà di spostarci qui a Pollenzo. Un’idea che sembrava folle dal punto di vista organizzativo dopo aver collaudato la macchina su Bra città, ma invece la kermesse è stata impeccabile ed è diventata un qualcosa si straordinario“.