ELEZIONI 2019 – Magliano Alpi, il bilancio del sindaco Bailo: «Soddisfatto di quanto fatto, mi piacerebbe vedere realizzati i progetti in fase di sviluppo»

Questo week-end verranno inaugurati il parco giochi dedicato a Cristina Rovere e la nuova sede degli Alpini.

0
905

Le elezioni del 26 maggio sono sempre più vicine, tra i 179 comuni chiamati alle urne c’è anche quello di Magliano Alpi.

Abbiamo raggiunto telefonicamente il Primo cittadino, Marco Bailo, per tracciare un bilancio di fine mandato sul comune.

«Questo che sta per giungere al termine è il mio secondo mandato, in questi dieci anni il Comune si è dedicato molto al rispetto per l’ambiente e ci sono progetti importanti che devono ancora essere portati a termine, ma siamo molto soddisfatti del lavoro svolto».

Quali sono le opere più importanti che avete realizzato, appunto, in relazione all’eco sostenibilità?

«Lo scorso sabato 6 aprile sono state inaugurate due colonnine di ricarica per le auto elettriche, fruibili per auto e moto. Le due stazioni sono alimentate grazie a due impianti fotovoltaici posti rispettivamente sul tetto del Municipio e sull’edificio degli impianti sportivi di via Tomatis.» – ha spiegato il Sindaco – «Sono molte però le opere realizzate nel corso di questi due mandati: la riqualificazione energetica del palazzo comunale, della Casa di Riposo Villa Santa Chiara, della scuola materna ed elementare e della palestra. Queste opere hanno contribuito a ridurre i consumi e le spese di circa il 50%. I lavori sono stati possibili grazie all’appoggio delle Fondazioni  CRC e CRT e anche al MIUR per quanto riguarda il progetto “scuole sicure”».

La prima auto ricaricata è stata “Zoe”, acquistata grazie ai finanziamenti messi a disposizione dalla Fondazione CRC nell’ambito il progetto “Comuni smart”.

Quali sono i prossimi progetti che verranno realizzati?

«Sempre in merito alle riqualificazioni energetiche, prossimamente provvederemo a sostituire l’illuminazione pubblica con lampadine al LED, riducendo il numero dei contatori e andando quindi ad abbattere i costi fissi e quelli di manutenzione» – ha spiegato Bailo, che ha aggiunto – «Questo week-end, inoltre, festeggeremo due importanti novità in paese: l’inaugurazione del nuovo parco giochi, che avverrà sabato 13 alle 10.30 presso la piazza del Municipio e della nuova sede degli Alpini che avrà domenica 14 luogo dopo la celebrazione della S. Messa al Carmine alle 9.30».

Il Parco giochi, intitolato Cristina Rovere, giovane mamma scomparsa prematuramente lo scorso anno, sarà provvisto di giochi per i bambini fino a 12 anni.

«Ci piacerebbe in futuro poter creare un vero e proprio parco urbano, un area verde senza barriere che possa diventare un punto di ritrovo e per tutti, non solo per i bambini» – ha spiegato il Primo cittadino.

L’amministrazione ha dato in uso una sale al primo piano della biblioteca, recentemente ristrutturata, al gruppo degli Alpini, che oltre ad essere molto attivo e amato in paese, conta più di sessanta membri.

Il Suo comune si è dedicato molto ai giovani, ma anche allo sport. Quali sono le manifestazioni e gli eventi in programma a Magliano Alpi da qui all’estate?

«Quest’anno, con il nuovo consiglio direttivo della Pro Loco Giovani, tornerà il “Festival d’estate”, che andrà in scena il secondo week-end di luglio, ma non mancheranno eventi neanche nei mesi precedenti, infatti a giugno ci sarà il  “Manu Day” il tradizionale torneo calcistico in memoria di Manu Veglia. Tra gli eventi dedicati allo sport ci sarà anche il torneo di beach volley che avrà luogo nel giardino delle scuole». 

Quali sono gli obiettivi per il futuro?

«Sono soddisfatto di quanto abbiamo fatto fino ad oggi e mi piacerebbe poter vedere realizzati anche i progetti che sono ancora in fase di sviluppo, per questo mi ricandiderò con buona parte della vecchia squadra e con due nuovi giovanissimi componenti, che porteranno certamente innovazione al gruppo.» – ha dichiarato il Sindaco – «Il nome della lista sarà ancora “Miglioriamo Magliano”, ma non voglio svelare nulla di più per ora. Noi ci siamo, ancora pronti a lavorare per il paese come nel 2009, ma la decisione spetta solo ai cittadini».