Bra: petardi e fuochi d’artificio nella notte di San Silvestro. Il sindaco: “L’inciviltà e gli incivili vanno combattuti”

Il Comando di Polizia Municipale di Bra, riferisce di un cane deceduto (investito da un veicolo a motore) nei pressi del Movicentro e di un altro smarrito

0
1215
Bruna Sibille (foto Danilo Lusso - Ideawebtv.it)

L’ordinanza in questione non è uno sfizio del sindaco, ma è per prevenire danni a persone, animali, cose. Ci sono delle regole e vanno seguite. L’ordinanza spinge la popolazione a, cercare, di capire quella che è la pericolosità dei materiali pirotecnici, in particolare fuochi d’artificio e petardi e del danno che possono provocare.

Esiste la possibilità di divertirsi diversamente, senza trasgredire le regole, senza causare problemi. L’inciviltà e gli incivili vanno combattuti. E sono un problema complesso. Sono a conoscenza delle segnalazioni sugli animali e mi dispiace che, a Bra, qualcuno abbia deciso di fare di testa sua. Non esiste più il rispetto per gli altri e il rispetto delle indicazioni. Se ci sono, vanno rispettate, a qualsiasi costo” queste le parole, decise, del primo cittadino braidese Bruna Sibille a riguardo della trasgressione dell’ordinanza emessa dal Comune sui festeggiamenti di Capodanno.

Nella scorsa notte, sul territorio braidese, sono stati “sparati” numerosi botti e petardi ed, anche, alcuni fuochi d’artificio.

Il Comando di Polizia Municipale di Bra, come da segnalazioni pervenute dai cittadini nelle scorse ore, riferisce di un cane deceduto (investito da un veicolo a motore) nei pressi del Movicentro e di un altro esemplare smarrito, entrambi a causa dello spavento provocato dai festeggiamenti della scorsa notte.

Per quanto riguarda l’animale deceduto, sono in corso gli accertamenti sul microchip e l’iscrizione all’anagrafe canina.