Calcio Femminile – Poche squadre iscritte, salta la Promozione: tutte in Eccellenza

Due i gironi di Eccellenza con sei squadre liguri per sanare il vuoto lasciato dalla squadre scomparse negli anni

0
2656

Mentre il calcio femminile di Serie A e Serie B festeggiano l’approdo in FIGC c’è un calcio femminile che piange ed è quello della base, forse più vicino a noi.

In una riunione con le società piemontesi avvenuta la scorsa settimana, infatti, il Presidente del Comitato Piemonte Valle d’Aosta Christian Mossino avrebbe trovato una soluzione tampone dopo i deludenti risultati delle iscrizioni in Promozione (ex Serie D) con sole otto squadre ai nastri di partenza.

Spostiamole tutte in Eccellenza, ci aggiungiamo sei squadre liguri (anche le ragazze in riviera non stanno meglio) ed ecco fatti i due gironi di un campionato pseudo interregionale. Ancora da capire i meccanismi di promozione tra queste due entità composte da 12 squadre cadauna con possibili play off per ‘sanare’ eventuali squilibri tecnici dovuti al criterio della territorialità.

Ed è così che la Musiello Saluzzo, la Saviglianese e l’Area Calcio, unite ad Alessandria e Borghetto Borbera, troveranno nel mini girone anche il Futura Langhe, retrocesso in Promozione pochi mesi fa, oltre alle sei squadre liguri: Alassio, Superba, Olimpic 71, Rupinaro, Vado e Baia.

Nell’altro mini girone inserite tutte le formazioni del Nord Piemonte più il Racco ’86 che se la dovrà, dunque, vedere con Real Torino, Biellese, Ivrea, Canelli, Carrara ’90, Cit Turin, Chieri, Crocetta, Lascaris, Olympic Collegno e Romagnano (squadra fuori classifica).

Lontani i tempi della stagione 2008/2009 quando il Piemonte vantava due gironi di Serie D, uno di Serie C a 14 squadre ed alcune compagini in B ed A2. Più vicino nel tempo anche il periodo dove le squadre cuneesi si imponevano anche a livello nazionale con il Cuneo, Musiello Saluzzo ed Alba tra le top 25 dello stivale.

Di questi tre sodalizi solamente uno è ancora attivo, la Musiello Saluzzo seppur dopo due retrocessioni ed una rinuncia al nuovo campionato di Serie C Nazionale. Il Cuneo ha ceduto il titolo alla Juventus SpA, l’Alba ha salutato per motivi societari ormai tre anni fa.

Amarcord a parte, ed in attesa delle conferme sui comunicati ufficiali, si prospetta dunque una stagione molto particolare per il calcio femminile piemontese…. e ligure.