RORETESE IN PROMOZIONE: Tripudio verdeblu, dall’inferno al sogno in 120′

0
436

Una partita pazzesca che regala alla Roretese una Promozione storica. Non ci sono altri termini per descrivere quello che è andato in scena questo pomeriggio al Comunale di Roreto di Cherasco.

La Roretese, posta davanti alla Crevolese, squadra del Verbano Cusio Ossola, si presenta con i favori del pronostico, o almeno con il vantaggio di poter beneficiare di due risultati su tre per centrare il salto di categoria, eppure la gara si trasforma subito in un incubo per i ragazzi di Fogliatto, che dopo aver preso gol dopo una manciata di secondi, subiscono addirittura il raddoppio dei biancoblu ospiti. Marengo a 20 minuti dalla fine pare poter solamente addolcire la sconfitta per i roretesi, ed invece all’ultimo dei 5 minuti di recupero, capitan Russo tira fuori dal cilindro una punizione chirurgica che manda in visibilio il folcloristico pubblico locale e risolleva le sorti dei suoi. Che nei supplementari danno vita ad una partita completamente nuova; sulla Crevolese si abbatte come un macigno il peso del gol subito all’ultimo secondo, psicologicamente scompare dal campo e la Roretese dilaga con tre reti che tingono di goleada la Promozione.

La tensione attanaglia la Roretese che scende in campo consapevole del peso che ha sulle spalle e con la stanchezza di questi estenuanti Play Off nelle gambe, il caldo torrido non aiuta e dopo una manciata di secondi la doccia è ghiacciata: rimessa laterale in zona d’attacco per gli ospiti, torre di Palafini e Fusè di prepotenza batte Marengo sul primo palo. La reazione dei locali non si fa attendere, Russo risponde ma la traversa dice di no, quindi sono Burlacut e Maffettone a non avere fortuna al tiro, mentre sulle conclusioni di Niccioli e Palafini Federico Marengo fa buona guardia. La pressione locale è costante ma la mira imprecisa, ed allora alla mezz’ora la seconda beffa della giornata, con Fusè che concretizza la più classica delle azioni di rimessa. Ancora Russo e Tirari scaldano le mani a Taddio ma la palla non vuole saperne di entrare, e così che, quando si torna in campo per la ripresa, la sensazione è quella di un certo scoramento nelle fila roretesi. Il possesso palla continua ad essere ad appannaggio dei ragazzi di Fogliatto ma le occasioni da rete latitano. Scognamiglio di testa sugli sviluppi di un calcio piazzato impensierisce il portiere ospite ma il gol di Marengo, che si materializza al 73′ dopo un’azione insistita, appare come un fulmine a ciel sereno, capace comunque di cambiare il volto alla gara. Questa volta è la Crevolese a tremare, i locali ci credono ed attaccano a testa bassa, arrivando al tiro senza fortuna con Tirari e Ndoci, però come in un perfetto thriller il colpo di scena arriva solamente all’ultimo minuto dei 5 di recupero concessi dall’arbitro: punizione dal limite pennellata da Russo, incrocio spolverato e tripudio verdeblu.
Si va ai supplementari ma questa volta l’inerzia del match è tutto a favore della Roretese.

 

La Crevolese non ce la fa più, fisicamente e psicologicamente, ed il gol di Marengo al 5′ del primo tempo supplementare su perfetto assist di Ndoci, si abbatte come un macigno sulla compagine ossolana. Palafini ci prova ancora ma Marengo dice no, quindi il secondo tempo supplementare è una lunga passerella sino alla festa finale, condita con la terza rete personale di Marengo che conclude con un facile tap-in un’azione insistita dei suoi, mentre il triple fischio finale dell’arbitro è accompagnato dalla rete di Capocchia che insacca al termine di un lungo possesso palla locale. E’ il tripudio, un risultato storico per la società di Protto che festeggia una promozione insperata giunta al termine di una gara da cuori forti.

 

RORETESE: Marengo F, Burlacut (63′ Balocco), Pochettino, Chiarle (63′ Dogliani), Scognamiglio, Ferrero, Tirari (81′ Ndoci), Capocchia, Marengo L, Russo, Maffettone (70′ Smith, 116′ Luka). A disp. Pellegrini, Asselle
All. Fogliatto

CREVOLESE: Taddio, Piffero, Passaro, Rolando, Brega, Comoli, Niccoli (96′ Sacco), Fantacone (71′ Dora), Palafini, Taba’A (87′ Baiardi), Fusè. A disp. Casarotti, Marino, Abbane, Nagimi
All. Ochetti

RETI: 1′, 35′ Fusè (C), 73′, 5’pts’, 3’sts’ Marengo (C), 95′ Russo (C), 15’sts Capocchia (C)