I donatori di sangue dell’Avas-Fidas Monregalese festeggiano 65 anni di altruismo a Villanova

0
541

65 anni di ininterrotta attività di volontariato per promuove la donazioni di sangue, oltre 3000 donatori che contribuiscono all’autosufficienza e ogni giorno salvano vite umane: questo è il traguardo che l’Avas-Fidas Monregalese ha festeggiato domenica 15 aprile a Villanova Mondovì.

Alle 10:45 si sono radunati i Labari dei gruppi locali dei donatori di sangue con l’arrivo di delegazioni anche da Torino, Novi Ligure, Ovada e Saluzzo presso la chiesa di San Lorenzo.

Alle 11:00 si è celebrata la S.S. Messa e si sono ricordati i donatori deceduti che hanno prestato la loro opera in questi 65 anni. A seguire, si è svolta l’Assemblea dei Soci con l’approvazione della Relazione Morale del Presidente e l’approvazione dell’anno finanziario 2017 dettagliato dalla Tesoriera Giulia Gambetta.

Infine, ha avuto luogo il pranzo sociale presso il Ristorante Cristallo a cui sono convenuti 250 commensali. “Ritengo – spiega Mauro Benedetto, Presidente dell’Avas-Fidas Monregalese – che il segreto della longevità di un’associazione si misuri da quanto profonde sono le sue radici e da quanto esse sono state ben alimentate.

La nostra storia raccoglie tutto questo: passione, altruismo, voglia di fare; concetti nati e consolidati nel tempo dai fondatori di allora e dai soci di oggi. Concetti antichi, ma sempre validi anche in questo momento della storia dove il disorientamento e la perdita di valori base è diventato quasi normalità.

Preso atto della mutata situazione, anche le attività decise dal consiglio direttivo sono cambiate e si sono apportati giusti correttivi alla gestione operativa. “Agire” è diventata la parola d’ordine. Agire per mantenere gli obiettivi delle donazioni, agire per garantire l’ingresso dei nuovi donatori, agire per razionalizzare e migliorare i servizi ai donatori”.