Serie D: un brutto Bra cede il passo all’Inveruno sotto i colpi di Chessa

0
764

Brutto passo falso per il Bra che, al ritorno in campo nel recupero della 29^ giornata di campionato, cede il passo ad un Inveruno cinico e decisamente più concreto dei ragazzi di Daidola.

Che partono bene ma puntualmente mancano nell’ultimo passaggio e in cattiveria sotto porta, non arrivando di fatto mai a impegnare seriamente Frattini. E dire che la gara pareva poter seguire un copione differente rispetto a quello che è poi stato, con i giallorossi che partono bene e già al 13′ arrivano a rendersi pericolosi con Bettati che incorna da buona posizione una punizione dalla sinistra di Gasbarroni, senza però inquadrare la porta. Medesimo esito lo sortisce Montante al 23′ quando ancora su invito dell’ex Toro e Sampdoria colpisce di testa in tuffo da centro area spedendo la sfera alta sopra la traversa. Con il passare dei minuti, però, a guadagnare terreno sono i lombardi, che tra il 26′ e il 30′ arrivano a scaldare i guanti di Bonofiglio con due tiri velenosi di Broggini, che di fatto fanno da antipasto al vantaggio gialloblu che si materializza al 34′ quando un errore in disimpegno del Bra innesca Broggini bravo a pescare in profondità Chessa, il cui diagonale fulmina Bonofiglio.

La ripresa di apre con una conclusione del solito Broggini che viene ben controllato dall’estremo difensore locale, quindi una ghiotta occasione per Gasbarroni in area lombarda, con una serie di conclusioni dei braidesi ribattute a pochi metri dalla porta dalla difesa avversaria. Al 53′ un episodio che di fatto ha condizionato la ripresa braidese: Beltrame si invola verso la rete, Bonaiti lo atterra ma l’arbitro, pessima la sua direzione di gara, incredibilmente converte una punizione da ottima posizione per il Bra in un giallo per simulazione ai danni del giocatore cuneese. Una decisione che pesa, perchè sei minuti più tardi Cazzaniga va via di prepotenza sulla sinistra, resiste ad una carica per mettere al centro un pallone che Chessa con facilità spinge in porta per lo 0-2 lombardo. La reazione del Bra è tutta in una conclusione di Spadafora da ottima posizione respinta dalla difesa ospite, mentre in pieno recupero è Lazzaro a trasformare un rigore in movimento per il gol dell’1-2 buono solamente per la statistica.

BRA: Bonofiglio, Besuzzo (73′ Mulatero), Brancato, Bettati (76′ Tesio), Gili Borghet; Dolce, Tuzza (46′ Salamon); Montante (64′ Spadafora), Gasbarroni (71′ Casassa Mont), Beltrame; Lazzaro. A disp.Pelissero, Cavallera, Morra, Occelli.
All. Daidola
INVERUNO: Frattini, Botturi (70′ Scannapieco), Nava, Bugno; Bonaiti, Truzzi (80′ Panatti), A Lazzaro, Cazzaniga (73′ Di Gioia), Panzani; Chessa (76′ Corioni), Broggini. A disp. Mazzoleni, compaore, Ferrara, Puricelli.
All. Mazzoleni
Arbitro: Romaniello di Napoli
RETI: 32′, 59′ Chessa, 95′ Lazzaro
NOTE: Ammoniti Beltrame, Bettati, Cazzaniga, Truzzi, Corioni, Beltrame, Lazzaro, Bugno