Alla scoperta dei sotterranei del Castello di Racconigi con Progetto Cantoregi

0
564

Sabato 9, domenica 10, sabato 16 e domenica 17 settembre 2017 il Castello di Racconigi, da un’idea della Direzione del Castello, apre al pubblico le porte dei suoi luoghi più segreti, offrendo ai visitatori un inedito percorso scenico allestito da Progetto Cantoregi nei sotterranei, normalmente non visitabili, e momenti enogastronomici con specialità locali da gustare nelle antiche cucine.

Un viaggio culturale e sensoriale attraverso la storia meno conosciuta del castello e i sapori di un territorio che ogni anno attira turisti da tutta Italia. L’inedito itinerario esplora i sotterranei del castello dei Savoia e porta alla scoperta dei segreti degli uffici di bocca attraverso il poetico e suggestivo allestimento scenografico ideato da Koji Miyazaki, regista di Progetto Cantoregi. Dalle cucine settecentesche il percorso conduce alle cucine ottocentesche, passando per i locali di confetteria e frutteria, per le cantine e le ghiacciaie, per concludersi con la degustazione.

 

Ad accogliere il visitatore sono le cucine del Settecento, impreziosite da bassorilievi in gesso e da giochi di luce che valorizzano l’ambiente deputato alla preparazione dei cibi. Si passa quindi a un’ambiente caravaggesco, dove al centro campeggia un grande tavolo traboccante di verdura, frutta, pollame, una scena illuminata dai chiari e scuri come un quadro del Cinquecento, con un grande specchio che amplifica l’effetto scenografico.

 

Si avanza poi verso la stanza del caffè, dove protagonisti sono sacchi di iuta, chicchi, macinini e macchine per la preparazione della bevanda energetica amata dai reali che abitavano il castello. Il pubblico potrà affondare le mani nei grandi sacchi del caffè e riconoscere i chicchi dalle più svariate provenienze e tipologie. L’ambiente successivo è dedicato alla preparazione del pane e dei piatti: forme del prezioso alimento scendono dal soffitto, mentre una stampa di Arcimboldo osserva il pubblico dall’alto. Il disimpegno che segue è ricoperto da grappoli di corna di animali che un tempo venivano cacciati, mentre su una parete il visitatore può ammirare la stampa della copertina del libro Trattato di cucina di Giovanni Vialardi, il noto cuoco di re Carlo Alberto.

 

Scendendo ancora nel piano inferiore, si percorre un corridoio ornato di lampade a led che creano una magica atmosfera di sospensione nel tempo. Dal questo spazio si possono ammirare le aree delle cantine, abbellite per l’occasione da numerose bottiglie coreograficamente adagiate nelle nicchie e damigiane di diverse dimensioni che scendono dal basso soffitto, in un suggestivo gioco di rimandi luminosi. Il tutto arricchito da imponenti botti antiche e scolabottiglie. Il percorso sfocia quindi nelle cucine dell’Ottocento, allestite per la degustazione finale offerta al pubblico.

 

L’iniziativa è realizzata in collaborazione con la Bottega Reale di Terre dei Savoia e Caffè Vergnano 1882 e si inserisce nell’ambito di Residenze Reali, Reali Sensi: IL GUSTO, promosso da Turismo Torino.

 

Info pratiche per i visitatori
Partenze alle ore 17,00 e alle ore 17,30. Costo: € 10 (compresa degustazione) oltre biglietto castello (€ 5,00 salvo riduzioni e gratuità (€ 2,50 dai 18 ai 25 anni; Gratuito cittadini UE al di sotto dei 18 anni, docenti e studenti Facoltà di Architettura, Lettere e Filosofia, titolari Abbonamento Musei e Torino+Piemonte Card, personale MiBACT) www.polomusealepiemonte.beniculturali.it.
Prenotazione obbligatoria [email protected] cell 391 7033907 attivo nei seguenti orari 10-12 e 15-17. L’attività sarà replicata sabato 16 e domenica 17 settembre, negli stessi orari.

 

Castello di Racconigi
0172.84005-84595 – [email protected], [email protected]

Progetto Cantoregi 335.8482321 – 338.3157459 – [email protected]
Ufficio stampa Progetto Cantoregi: Paola Galletto – [email protected] – 340.7892412