Gaiola: dopo l’intensa settimana dell’HARpeggio, per i Giovedì della Gramigna la proiezione di “L’uomo che piantava gli alberi”

0
330

A Gaiola si è conclusa da poche ore l’intensa ed emozionante attività del V Campus Internazionale di Musica HARpeggio, e già riprende la ordinaria programmazione dei “Giovedì della Gramigna”.

L’appuntamento culturale settimanale ideato dal Sindaco Fabrizio Biolè, torna ad una proposta di proiezione, infatti giovedì 31 agosto presso la sala Tiboldo il pubblico potrà apprezzare il cortometraggio “L’uomo che piantava gli alberi”, tratto dal racconto di Jean Giono.
Da Wikipedia: “Il film inizia con il racconto del protagonista che fa un’escursione sulle montagne in una zona di villaggi abbandonati o caduti in disgrazia, durante la ricerca di un riparo per la notte incontra Elzéard Bouffier con il suo cane e il suo gregge, che gli offre ospitalità nella sua casa. Il protagonista imparerà a conoscere e apprezzare il segreto dell’uomo, che si era ritirato per una vita solitaria in montagna dopo la morte del figlio e della moglie, egli pianta alberi lungo quelle montagne desolate e tristi. Il viaggiatore torna ogni anno ad incontrare Elzéard Bouffier, interrotto nelle sue visite solo dalla prima e seconda guerra mondiale. Ben presto gli alberi piantati dal saggio pastore ricoprono le montagne, facendo resuscitare la natura e gli abitati abbandonati dall’uomo. Elzéard Bouffier muore nel 1947 ma la sua opera ha reso felice gli uomini e la natura di quelle montagne.”
Fabrizio Biolé, Sindaco di Gaiola e Assessore dell’Unione Montana Valle Stura: “Per due anni in novembre l’amministrazione ha inteso festeggiare i neonati della comunità piantando un albero e regalando una copia del libro di Giono alle rispettive famiglie: un volume illuminante e dalla prosa delicata ed evocativa, che nel 1987 è diventato un film. Lo stesso che giovedì proponiamo ad ingressso gratuito.”