A Gaiola storia, astronomia e musica nell’agosto dei “Giovedì della Gramigna” | Si parte giovedì 3 con Ettore Robbione ed il suo “In Valle Stura appena ieri”

0
298

Dopo la splendida riuscita della presentazione di “Il Vallo alpino”, l’ultima fatica libraria di Marco Ruzzi e Claudio Comello, i “Giovedì della Gramigna”, rassegna culturale ideata dal sindaco di Gaiola Fabrizio Biolè, programmano un agosto vario e interessante.

Si parte giovedì 3 con Ettore Robbione ed il suo “In Valle Stura appena ieri”, storie, luoghi e personaggi legati alla propria infanzia narrati con ricchezza di dettagli ed una sottile vena poetica, grazie anche all’apporto e la collaborazione di Livio Sanini e Ivano Brondello.
Ad arricchire la serata alcune proiezioni commentate in tempo reale dall’autore e la lettura di brani del libro a cura di Sandra Brondello della Compagnia “Che dramma” di Gaiola.

 

Giovedì 10 sarà la volta dell’incontro annuale incentrato sulla notte di San Lorenzo: la proiezione di “Nascita, vita e morte di una stella” introdurrà l’appuntamento il cui momento principale sarà la passeggiata alla scoperta delle stelle cadenti e delle costellazioni estive a cura dell’accompagnatore naturalistico Stefano Melchio.
L’evento si colloca all’interno del progetto “Muri astronomici”, ideato dal Comune di Gaiola insieme con la partnership organizzativa ed economica di Pro Natura Cuneo, che ha ricevuto il prezioso supporto finanziario della Fondazione CRC, di Paeco e dello stesso Melchio ed il supporto di competenza del Liceo Artistico Ego Bianchi di Cuneo.

 

A seguire, giovedi 17, in collaborazione con la Pro Loco, sará ospite dell’ultimo giorno della festa patronale Daniela Mandrile, massima esperta e insegnante di danze occitane, mentre giovedi 24 l’orchestra estemporanea di HARpeggio si esibirá pubblicamente per tutti i presenti.

Tutti gli appuntamenti sono a ingresso libero.