Mobilità sostenibile a Bra: un questionario coinvolge la cittadinanza | Pubblicato sul web e distribuito nei negozi, si inserisce nell’ambito di “Cambia Marcia, Usa la Testa”

0
216

Quale mezzo utilizzi abitualmente per spostarti? Con quale frequenza ti servi di mezzi pubblici e quali aspetti ritieni fondamentali per il miglioramento della mobilità urbana in città?

Sono alcune delle domande che l’amministrazione comunale di Bra rivolge ai cittadini e ai visitatori, tramite un breve questionario che da oggi è compilabile on line sul sito istituzionale www.comune.bra.cn.it (link diretto: https://goo.gl/forms/HAsztpW6pyWYhdLC2) e, dai prossimi giorni, anche negli esercizi commerciali sotto la Zizzola.

L’iniziativa, che si inserisce nell’ambito della campagna di comunicazione sulla mobilità sostenibile “Cambia marcia, usa la testa”, idealmente segue il lavoro di raccolta dati e monitoraggio dei flussi di traffico portata avanti nei mesi scorsi dalla società Mobiliter.

Senza ambizioni scientifiche, ma nell’ottica partecipativa e di condivisione che ha caratterizzato fin dai suoi inizi il progetto, il questionario indagherà le abitudini sulla mobilità urbana di cittadini e non, accogliendo anche suggestioni e proposte per il futuro.

Anche gli studenti delle scuole cittadine forniranno la propria personale visione della mobilità, attraverso una serie di domande appositamente studiate per la loro fascia d’età.

“L’analisi dei questionari è un passo importante per continuare il percorso partecipato sulla mobilità sostenibile intrapreso dalla nostra Amministrazione, che avrà il suo prossimo appuntamento con l’evento del 27 e 28 maggio – spiegano gli assessori alla Mobilità Sostenibile Massimo Borrelli e all’Ambiente Sara Cravero -. In quell’occasione, saranno resi noti i risultati raccolti.

Ringraziamo tutti coloro che, dedicando qualche minuto alla compilazione, parteciperanno al progetto, contribuendo a una visione di futuro cittadino fatta di aree urbane più fruibili, accessibili e sicure, di buone pratiche diffuse e di un elevato standard di qualità della vita”.