I rifiuti della fresatura stradale nel mirino dei carabinieri per la tutela dell’ambiente | Il NOE di Alessandria sanziona due aziende recuperatrici di conglomerati bituminosi

0
391

I Carabinieri del Nucleo Operativo Ecologico di Alessandria hanno svolto controlli del rispetto della normativa ambientale nell’ambito del ciclo dei rifiuti nella zona nord orientale della Provincia, ispezionando un impianto di produzione e recupero asfalti e bitumi di rilevante entità.

Dal controllo è emerso che l’impresa ha ritirato dai propri cantieri uno stock di rifiuti derivanti dalla fresatura stradale, omettendone la quantificazione nei documenti di trasporto e rendendone in tale modo difficile la tracciatura.
Uno degli anelli deboli della filiera della gestione ambientale si è confermato essere il trasporto: è infatti finita nei guai anche l’impresa che materialmente ha veicolato i rifiuti.

Un eventuale controllo su strada da parte delle Forze dell’Ordine, in assenza di tali dati, avrebbe infatti richiesto la materiale pesatura del veicolo per accertarne il quantitativo contenuto.
A seguito della ricostruzione dei dati mancanti, i rappresentanti legali delle aziende interessate sono stati segnalati amministrativamente con due sanzioni per l’incompleta compilazione dei formulari identificazione dei rifiuti trasportati.